Sabato, 31 Luglio 2021
Politica

Consorzi di bonifica, quale futuro? Congedo sollecita il governo regionale

Il consigliere del Pd si è rivolto a Vendola e Stefàno dopo che gli incarichi dirigenziali del consorzio "Ugento e li Foggi" sono passati a quello "Terre d'Arneo di Nardò". Secondo l'esponente del Pdl si tratta di un espediente

 

LECCE – Il consigliere regionale del Pdl, Saverio Congedo, ha rivolto un’interrogazione al presidente della Regione, Nichi Vendola e all’assessore all’Agricoltura, Dario Stefano per conoscere le intenzioni del governo pugliese rispetto alle sorti dei consorzi “Ugentio e li Foggi” e “Terre d’Arneo di Nardò”

“La scelta di affidare gli incarichi dirigenziali del consorzio ‘Ugento e li Foggi’ alla dirigenza del consorzio ‘Terre d’Arneo di Nardò’ – ha dichiarato Congedo – appare un espediente per raggirare il disposto della legge regionale numero 4 del 2012, sul riordino dei consorzi la cui finalità non era assolutamente quella di prevedere la fusione dei due consorzi di bonifica”.

“Un’ iniziativa – aggiunge Congedo - che non solo contrasta con la legge regionale che stabilisce modalità precise ed inderogabili per la ridefinizione dei comprensori di bonifica, ma che genera riflessi negativi sia con riferimento alla situazione patrimoniale e contabile dei predetti consorzi (caratterizzati da un consistente attivo di bilancio quello di  Ugento e li Foggi e da un  deficit ingente quello di Nardò), sia al disagio logistico per utenti e lavoratori consortili derivante dallo spostamento della sede del Consorzio Ugento e Li Foggi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consorzi di bonifica, quale futuro? Congedo sollecita il governo regionale

LeccePrima è in caricamento