Lunedì, 14 Giugno 2021
Politica

Congedo lascia Direzione Italia e aderisce al gruppo misto in Regione

L'addio ai dirigenti Fitto, Zullo e Gabellone in una lettera. Forse nel futuro ci sarà la componente di Fratelli d'Italia

LECCE – Erio Congedo è uscito dal gruppo. Direzione Italia non è più la sua direzione. Per ora, il consigliere regionale aderisce al gruppo misto, sui banchi di via Capruzzi, a Bari. Il suo futuro politico, si vedrà. Di certo, è un divorzio forse non inatteso e quindi non un fulmine a ciel sereno, ma che arriva significativamente a un passo dalle elezioni comunali proprio da uno dei nomi che, bisogna ricordarlo, erano stati in lizza fino all’ultimo per sostituire alla carica di sindaco di Lecce, in caso di suffragio, il cognato Paolo Perrone.  

Con il suo solito garbo, Congedo rassegna oggi in via ufficiale le dimissioni, consegnando una lettera al leader nazionale, Raffaele Fitto, al presidente del gruppo in Regione, Ignazio Zullo, e al coordinatore provinciale, Antonio Gabellone, in cui le polemiche che sicuramente avranno segnato questo percorso e la decisione finale, sono assolutamente sottotraccia. 

Congedo ripercorre l’esperienza vissuta fino a oggi. E scrive: “Ho seguito con la dovuta attenzione l'evoluzione politica dell'esperienza della lista per le elezioni regionali Oltre con Fitto in un nuovo soggetto politico. Ho partecipato se pur in un silenzio frutto di ponderata meditazione, alla fase di gestazione, agli appuntamenti preparatori, alla convention di lancio di Cor - Conservatori e Riformisti e poi di Direzione Italia. Ho registrato la dimensione costruttiva e l’intento di segnare nuove traiettorie per rilanciare e rendere competitivo il centrodestra”.

“Condivido l’idea di Raffaele Fitto – aggiunge -, di valorizzazione delle classi dirigenti legate ai territori e di dare priorità, sempre, a strumenti di massimo coinvolgimento dell'elettorato come le primarie per l'assunzione di scelte a ogni livello, dal centro alla periferia. Sul terreno strettamente politico, però – ed è qui il nodo -, il disegno più ampio di un nuovo partito nazionale che si aggiunge a quelli esistenti nel centrodestra, mi spinge a valutare anche altri progetti politici fondati su valori, principi e orizzonti culturali nei quali ho sempre creduto”. Il che sembra rimandare chiaramente a Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale, evoluzione di An, primo amore dello stesso Congedo.

“Per questo – scrive in conclusione -, ribadendo di aver lungamente pesato una scelta comunque sofferta, preferisco concedermi un supplemento di valutazione in uno spazio di decantazione; soprattutto per trasparenza e correttezza nei confronti dei protagonisti di Cor-Direzione Italia che ringrazio per la stima e l’amicizia dimostratami e ai quali voglio rivolgere gli auguri di ogni successo”. Da qui la comunicazione dell'iscrizione al gruppo misto del Consiglio regionale della Puglia e, probabilmente, nel futuro, un nuovo cammino politico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Congedo lascia Direzione Italia e aderisce al gruppo misto in Regione

LeccePrima è in caricamento