Giovedì, 13 Maggio 2021
Politica

Alba Service, Dell’Abbate: “Ennesimi lavori in una scuola affidati a esterni"

Il consigliere contro gli interventi in un istituto a Maglie, delegati a terzi mentre i 130 lavoratori della partecipata “sono sull’orlo del baratro”

Un momento dell'ultima protesta

LECCE – Non c’è tregua sulla vicenda Alba Service. Dopo la protesta di giorni addietro nei pressi della prefettura di Lecce, con licenziamento collettivo giunto a sorpresa durante il corteo, si torna a parlare di Alba Service. In attesa di una importante riunione prevista per il pomeriggio. “E mentre 130 famiglie sono sull’orlo del baratro, il presidente Gabellone continua ad affidare lavori all’esterno”. Il dito puntato contro l’operato dell’ente provinciale questa volta è quello di Nunzio Dell’Abbate. Il consigliere di opposizione dell’ente fa riferimento all’intervento di impiantistica e lavori edili per la messa in sicurezza dell’ex istituto magistrale “Aldo Moro” di via Montegrappa, a Maglie. Dove Palazzo Celestini ha stanziato giorni addietro opere per circa 100mila euro.

“Neppure l’invito del prefetto a considerare le maestranze dell’Alba Service nel conferimento di queste opere è servito a qualcosa.  Da una parte Gabellone prosegue imperterrito su questa strada, dall’altra i consiglieri di maggioranza latitano”, ha denunciato Dell’Abbate in una nota divulgata alla stampa. Aggiunge: “E nessuno di loro ha ancora risposto all’eterno interrogativo che noi della minoranza solleviamo da mesi: chi ha ragione tra Alba Service e Provincia nell’ammontare della partita debitoria che Palazzo dei Celestini avrebbe nei confronti della partecipata? Due milioni e passa di euro come sostiene l’amministrazione della società o poco meno di 300mila euro come recitano le scritture contabili dell’ente provinciale? E intanto il tempo scorre inesorabile”.

Per il consigliere di opposizione, la pessima gestione della partecipata è da ricercare solo ed esclusivamente negli uffici di via Umberto I. “Non pensi di far quadrare il buco in bilancio con le somme che la legge di stabilità ha riservato alle province per strade e scuole. Quelle somme vanno destinate per gli scopi assegnati attraverso l’utilizzo degli operai di Alba Service e non si discute”, ha concluso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alba Service, Dell’Abbate: “Ennesimi lavori in una scuola affidati a esterni"

LeccePrima è in caricamento