Mercoledì, 23 Giugno 2021
Politica

Consiglio comunale, applausi a scena aperta per i giovani del conservatorio

I lavori della prima assise cittadina del 2015 sono stati aperti dalle musiche degli studenti del "Tito Schipa". Respinta la mozione per le dimissioni dell'assessore al Traffico e domani in commissione si torna a parlare del palazzo della Poste

L'orchestra in consiglio comunale.

LECCE – Applausi a scena aperta per l’Orchestra giovanile del conservatorio “Tito Schipa” di Lecce - diretta dal professor Paolo Ferulli - che nel pomeriggio di oggi ha scandito l’apertura del primo consiglio comunale del 2015. Anno in cui ricorre il 150esimo anniversario delle assemblee cittadine, istituite con una legge del marzo del 1865.

I 40 componenti, sistemati nello spazio di solito riservato al pubblico e alla stampa, hanno eseguito la Persiana March di Strauss, il Valzer from suit n.2 for Jazz Orchestra  di Shostakovich, musiche di Verdi, di Williams – per due volte Theme from Schindler’s list - e naturalmente l’inno nazionale. Questa “overture” è stata voluta dal presidente dell’assise, Alfredo Pagliaro, il quale ha in cantiere tutta una serie di iniziative per aprire il palazzo di governo ai cittadini, soprattutto a quelli più giovani.

“Certamente – ha assicurato da parte sua il sindaco Paolo Perrone - lungo il corso dell’anno (come peraltro facemmo nel 2011 per i 150 anni dell’Unità d’Italia) , avremo diverse occasioni per approfondire alcuni temi legati alla normativa regia che già un secolo e mezzo fa contemplava la semplificazione della pubblica amministrazione. E ciò può servire anche da stimolo alle nuove generazioni per avvicinarsi alla nostra storia, in particolare ai giovani che oggi vivono un momento di smarrimento e rischiano di allontanarsi inesorabilmente dalle istituzioni”.

La seduta è poi proseguita secondo l’ordine dei lavori: in discussione diversi ordini del giorno tra cui quello di sfiducia, presentato dal Pd, nei confronti dell’assessore alla Mobilità, Luca Pasqualini, ritenuto il responsabile del fallimento del Piano traffico in occasione delle festività natalizie e più in generale dell’annoso problema del traffico e dello scarso utilizzo dei mezzi pubblici. La maggioranza ha fatto quadrato, senza però risparmiare dubbi rispetto alla gestione della mobilità.

Altra questione che ha rilevanza nel dibattito cittadino, quella dell’istituzione della facoltà di Agraria all’interno dell’Università del Salento, portata in discussione con una mozione del capogruppo di Forza Italia, Damiano D’Autilia. Gli organi di ateneo hanno congelato l’idea in attesa di un sostegno economico auspicato dall’esterno, non avendo risorse interne sufficienti oltre a quelle riservate ad attività considerate prioritarie. Per trovare una soluzione che renda possibile l’istituzione della facoltà il consiglio si farà promotore di un’iniziativa tra gli altri soggetti pubblici e le organizzazioni imprenditoriali di settore.

Intanto – dopo la pausa del fine settimana - si torna a parlare del palazzo delle Poste per il quale è stato rilasciato dal dirigente del settore Urbanistica un permesso a costruire che ritiene compatibile il la destinazione residenziale, mentre per la minoranza si è trattato di fatto di una variante che invece dovrebbe essere di competenza del consiglio comunale. Sulla questione è giunto anche un esposto in Procura. Il tema è al centro della seduta della commissione Urbanistica in programma domani: starebbe maturando nell’amministrazione l’orientamento, in un certo senso già annunciato nei giorni scorsi dall’assessore Severo Martini e dal dirigente, al ritiro del permesso in autotutela.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio comunale, applausi a scena aperta per i giovani del conservatorio

LeccePrima è in caricamento