Lunedì, 2 Agosto 2021
Politica

Consiglio sull’Ilva a metà mese. Invitati anche i ministri Clini e Balduzzi

La data è stata fissata al 14 dicembre, con esperti ed associazioni. Il presidente dell'assise, Alfredo Pagliaro, preme perché intervengano anche i due ministri. I dati ufficiali sui tumori in provincia destano preoccupazioni

L'impianto siderurgico dell'Ilva (@TM News/Infophoto).

LECCE – Il 14 dicembre si svolgerà il Consiglio comunale monotematico sulle emissioni inquinanti dell’Ilva. La data è stata stabilita, ma il presidente dell’assise, Alfredo Pagliaro è in attesa di ricevere un riscontro definitivo all’invito a partecipare rivolto al ministro dell’Ambiente, Corrado Clini, e a quello della Sanità, Renato Balduzzi. La presenza dei due esponenti del governo è stata sollecitata perché nelle settimane scorse fu proprio Clini a citare Lecce come contesto territoriale dove il tasso di mortalità per alcune neoplasie sarebbe superiore a quello di Taranto.

Nonostante quelle affermazioni - rese nel corso di una conferenza stampa, accanto al presidente dell’Ilva, Bruno Ferrante - fossero approssimative perché i dati citati si riferivano in realtà a tutto il territorio provinciale e non al solo capoluogo, resta pur sempre vero, come attestano le tabelle epidemiologiche in possesso di Balduzzi, che tra il 1990 e il 2008 il tasso grezzo di mortalità in provincia di Lecce è stato di due punti e mezzo percentuali superiori alla media regionale. Si tratta di numeri, insomma, che vanno interpretati in profondità per stabilire se esista o meno una correlazione con le microparticelle rilasciate dall’impianto e che i venti dei quadranti nord occidentali trasporterebbero senza difficoltà a chilometri e chilometri di distanza.

Nei giorni successivi a queste dichiarazioni, Lecce Bene Comune chiese la convocazione dell’assise, alla presenza di esperti ed associazioni ambientaliste, per un confronto approfondito sulla questione anche al fine di inquadrare il problema nella sua dimensione scientifica, senza cioè ingenerare allarmismi, e informare la comunità locale su un aspetto rilevante per la salute pubblica e la qualità della vita. La proposta è stata poi accolta con favore da tutti i gruppi consiliari e dal sindaco, Paolo Perrone.

Non sarà certo facile riuscire a portare entrambi i ministri a Lecce – l’agenda di entrambi è piuttosto piena di impegni istituzionali –, ma al presidente del consiglio importa comunque che ci sia una voce ufficiale del governo, dunque anche un funzionario, nella discussione che si terrà a metà del mese  a Palazzo Carafa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio sull’Ilva a metà mese. Invitati anche i ministri Clini e Balduzzi

LeccePrima è in caricamento