Venerdì, 18 Giugno 2021
Politica

Dal Consiglio di Stato via libera ai lavori della Lecce-Torre Chianca

La quinta sezione del massimo organo di giustizia amministrativa ha respinto il ricorso della ditta esclusa dall'appalto. Soddisfatto Gabellone: "Un intervento strategico per la marina ma anche per Spiaggiabella"

LECCE - Il Consiglio di Stato ha sbloccato 5 milioni di euro di lavori per la messa in sicurezza dell’importante arteria stradale provinciale che collega Lecce a Torre Chianca. La quinta sezione ha respinto il ricorso proposto dalla ditta Magno di Copertino, che era stata esclusa dalla gara per non essere riuscita a giustificare l’offerta, ed ha confermato l’aggiudicazione in favore dell’impresa Dielle di Lecce, rappresentata in giudizio dagli avvocati Pietro Quinto e Luigi Quinto.

Si tratta del più importante lavoro di questa natura - informa un comunicato della Provincia di Lecce - appaltato nell’ultimo anno dalla Provincia di Lecce, che ha previsto un investimento di oltre 5 milioni di Euro, con ricadute positive sul piano occupazionale con l’impiego di oltre 50 unità lavorative per oltre 2 anni. “A ciò va aggiunto – sottolinea commentando con soddisfazione il presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone – come l’intervento sia strategico per il rilancio delle marine leccesi di Torre Chianca e Spiaggiabella, prevedendo l’allargamento dell’arteria e l’eliminazione di alcuni incroci a raso, al fine di abbreviare i tempi di percorrenza e, soprattutto, aumentare gli standard di sicurezza”.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal Consiglio di Stato via libera ai lavori della Lecce-Torre Chianca

LeccePrima è in caricamento