Politica

Giunta senza quote rosa, il Consiglio di Stato respinge istanza cautelare

La sezione quinta ha rigettato il ricorso di urgenza del Comune di Santa Cesarea inerente alla sentenza del Tar di Lecce, che ha sospeso il decreto di nomina della giunta, a causa dell'assenza di rappresentanza femminile

SANTA CESAREA TERME - La sezione quinta del Consiglio di Stato ha respinto l'istanza cautelare proposta dal Comune di Santa Cesarea Tenne, nella persona del sindaco in carica, Pasquale Bleve, rappresentato e difeso dall'avvocato Pietro Quinto, contro la sentenza del Tar di Puglia, sezione staccata di Lecce, inerente al decreto di nomina della giunta comunale, priva delle cosiddette "quote rosa".

Nella sostanza, il ricorso richiedeva la concessione di misure cautelari monocratiche, sulla base di una questione tempistica: la valutazione da parte dell'amministrazione comunale era che il tempo occorrente per la discussione della istanza di sospensiva fosse incompatibile con le urgenze dell'attività di governo. Una considerazione respinta dal Consiglio di Stato che, invece, rimanda la discussione del ricorso al 17 dicembre 2013.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giunta senza quote rosa, il Consiglio di Stato respinge istanza cautelare

LeccePrima è in caricamento