Politica

Consulenze per il Pug, la parola passa al Procuratore della Corte dei Conti

Il discusso incarico affidato al Dicar del Politecnico di Bari da parte dalla giunta di Tricase ancora al centro del dibattito politico: gli atti ora al vaglio del tribunale amministrativo. Dell'Abate: "Procedura illegittima"

Palazzo Gallone (dal sito)

TRICASE - L'incarico di consulenza per la redazione del documento programmatico preliminare al Pug, ancora al centro del dibattito politico a Tricase. Nunzio Dell'Abate, capogruppo di opposizione, rammenta quel mandato affidato per 40mila euro + iva al Dicar del Politecnico di Bari e le spese legali cui il Comune è stato condannato dal Tar di Lecce, alla luce del provvedimento con cui il Collegio dei Revisori dei Conti ha trasmesso gli atti al Procuratore della Corte dei Conti.  

"Ora - dichiara Dell'Abate - confidiamo serenamente nella giustizia contabile affinché a pagare non sia la comunità tricasina, ma lo stesso Coppola che, con l’arroganza e la presunzione di impunità che lo contraddistingue, ha voluto infrangere la legge per perseguire chissà quale interesse. Eppure, responsabilmente e per tempo, avevamo invitato il sindaco a ritirare la delibera, illegittima sul piano giuridico ed inopportuna su quello politico, motivandone le ragioni".

"Suonano ancora - conclude - le sprezzanti parole ricevute per tutta risposta: 'Riteniamo legittimo quanto operato fino ad ora. Se il deliberato dovesse risultare illegittimo, che sia il tribunale amministrativo a stabilirlo. Se c’è qualcosa che si presume illegale, la strada maestra è la magistratura, non la calunnia, il bisbiglio, l’insinuazione… Il consigliere che è anche avvocato dovrebbe saperlo'. E noi l’abbiamo preso in parola".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consulenze per il Pug, la parola passa al Procuratore della Corte dei Conti

LeccePrima è in caricamento