Politica

Bilancio consuntivo 2012, l’anomalia delle multe: la metà non viene riscossa

Entra nel vivo l'analisi del consuntivo 2012, che a breve sarà discusso in consiglio. Mancano all'appello 3,3 milioni per sanzioni accertate pari al doppio. E Antonio Torricelli segnala l'ennesimo debito fuori bilancio: un milione di euro per Sgm

LECCE – Le zavorre che rischiano di portare il Comune al dissesto sono essenzialmente due: una spesa corrente di circa 115 milioni di euro e l’incapacità di riscuotere residui attivi, cioè i crediti ancora esigibili, per 47 milioni. Si tratta di evasione tributaria da Ici e Tarsu, ma mancano all’appello anche 3,3 milioni di multe per infrazioni al codice della strada non pagate a fronte di un accertamento pari a 6,6 milioni. Come dire, semplificando, che una multa su due non è stata riscossa.

La situazione finanziaria del Comune di Lecce, si sa, è fragile, anche se un provvidenziale soccorso potrebbe scaturire dalle disposizioni del decreto per il pagamento dei debiti verso le imprese: in base a quelle norme Palazzo Carafa  si accinge a chiedere a Roma oltre 40 milioni di euro fermo restando che già da una prima ricognizione sul piano nazionale risulta evidente l’impossibilità di accontentare tutti i comuni italiani. Al momento sarebbero disponibili, infatti, solo un terzo delle risorse necessarie.

Ma tra le pieghe del documento contabile spunta anche un’altra anomalia, secondo quanto segnalato dal vice presidente del consiglio comunale, Antonio Torricelli: un milione di euro di debito (fuori bilancio) nei confronti di Sgm, la società partecipata che si occupa di trasporti e parcheggi.

L’esponente del Partito democratico è impegnato in questi giorni nell’analisi del documento che sarà portato in aula il 17 maggio per l’approvazione. Un accenno di discussione c’è stato oggi in commissione Bilancio, ma l’assenza contemporanea di tutti e tre i revisori dei conti, pur convocati dal presidente Oronzino Tramacere, ha comportato la chiusura anticipata dei lavori.

Domani l’assessore al ramo, Attilio Monosi, dovrebbe invece intervenire con la lettura della relazione di accompagnamento al conto consuntivo: in quella sede Torricelli chiederà chiarimenti sul presunto debito fuori bilancio. Se tale dovesse essere, del resto, si renderà necessario un voto specifico del consiglio comunale prima che venga riportato in bilancio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bilancio consuntivo 2012, l’anomalia delle multe: la metà non viene riscossa

LeccePrima è in caricamento