Mercoledì, 28 Luglio 2021
Politica

Un convegno per commemorare l'ex presidente della Regione Salvatore Fitto

Domani sera, alla presenza di esponenti politici di varie epoche, si terrà, a Maglie, un dibattito per ricordare, a 25 anni dalla sua tragica scomparsa in un incidente stradale, l'esponente di riferimento della Dc salentina

MAGLIE - Sono già passati venticinque anni da quel 29 agosto 1988, quando, a seguito di un tragico incidente stradale, veniva a mancare il presidente della Regione Puglia, Salvatore Fitto. Nel segno del ricordo del politico salentino, tra i volti più noti della Democrazia Cristiana locale, è l'iniziata che si terrà domani, a Maglie, organizzata dall'amministrazione comunale.

In serata, infatti, nell'atrio del liceo "Capece", a partire dalle 19.30, ci sarà un convegno che commemorerà l’illustre concittadino: la figura di Totò Fitto sarà ricordata da esponenti politici dell’epoca ed attuali, che delineeranno i tratti salienti della personalità ed i principi ispiratori, dell’azione dell’allora leader della Dc pugliese.

Il convegno, patrocinato dal consiglio regionale e dalla Provincia di Lecce e vedrà, oltre che la partecipazione delle autorità locali, la presenza di Antonio Gabellone, presidente a Palazzo dei Celestini, Onofrio Introna, presidente del consiglio regionale, Giorgio Tronci, presidente del consiglio comunale di Maglie, e di Giacinto Urso, Massimo D’Alema, Ciriaco De Mita, Claudio Signorile. Modererà l'incontro Giuseppe De Tommaso, direttore della Gazzetta del Mezzogiorno.

“Salvatore Fitto è stato per noi giovani cresciuti nelle file della Democrazia Cristiana un riferimento importante, un esempio di amministratore attento alle reali esigenze del territorio, che amava dialogare con tutti e per tutti aveva sempre una parola ed un sorriso, anche quando ha ricoperto alte cariche istituzionali”: lo ha detto il presidente del Gruppo Udc alla Regione Puglia, Salvatore Negro.

“Sin da quando mi sono affacciato alla carriera politica, Totò Fitto ha rappresentato un punto di riferimento certo e sempre presente nella mia giovane esperienza di amministratore, con il quale amavo scambiare idee e soprattutto ascoltare i suoi consigli – ha ricordato – Uomo generoso, leader politico destinato a calcare i palazzi della vita nazionale ed europea se un tragico incidente non avesse posto fine alla sua esistenza, pur nella brevità della sua carriera, ha dato molto alla Puglia ed al Salento in particolare, lasciando un segno indelebile nella formazione di chi lo ha conosciuto ed ha avuto la fortuna di lavorare al suo fianco".

"Con la sua attività di amministratore - aggiunge - ha contribuito in maniera fattiva alla sviluppo del nostro territorio di cui ha saputo rappresentare e difendere gli interessi anche nelle sedi romane, proiettando la nostra regione verso un cammino di modernità e di crescita economica e sociale. A lui, uomo legato più ai valori di centro e democristiani e meno al potere, va oggi il nostro ricordo affettuoso e il ringraziamento per quello che ha fatto e per l’insegnamento sempre attuale che ci ha lasciato”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un convegno per commemorare l'ex presidente della Regione Salvatore Fitto

LeccePrima è in caricamento