rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Verdetto tra 15 giorni / Copertino

A Copertino bisogna attendere il secondo turno. Sarà ballottaggio tra De Giorgi e Leo

Il candidato del centrodestra ottiene quasi il 43 per cento. Dopo un testa a testa con Laura Alemanno, l’ex vicepresidente della Provincia al 27,8 per cento dei consensi, utile per tentare la rimonta

COPERTINO – Come nel maggio del 2019 (si votava però in una sola giornata) la corsa all’ultimo voto rimanda ancora una volta al secondo turno di ballottaggio, così come era nelle previsioni, l’elezione del nuovo sindaco di Copertino, unico comune della provincia, insieme a Lecce, oltre la soglia dei 15 mila abitanti.

Si tornerà alle urne tra due settimane dunque, il 23 e 24 giugno prossimi, nella città del Santo dei voli al termine delle operazioni di scrutinio nelle 26 sezioni per il primo turno. Tra quindici giorni, gli oltre 21 mila elettori copertinesi dovranno scegliere ora tra i due contendenti rimasti in corsa: il candidato del centrodestra Vincenzo De Giorgi, in vantaggio nella corsa a quattro con il 43,34 per cento dei consensi e 6.158 voti a favore, e il candidato sindaco del centrosinistra, l’ex vicepresidente della Provincia, Antonio Leo. 

Anche a Copertino si dovrà far ricorso quindi al secondo turno, così come si prospettava alla vigilia per la contesa a Lecce, per decretare la scelta definitiva tra i due candidati e le coalizioni maggiormente suffragate al primo turno (ma che non hanno ottenuto il 50,1% dei voti per ottenere l’elezione diretta) e per stabilire il nuovo sindaco e la nuova amministrazione comunale che reggerà le sorti del Comune per i prossimi cinque anni. Bisognerà ancora attendere per conoscere chi subentrerà alla guida di palazzo Briganti, al termine dell’esperienza amministrativa del sindaco uscente Sandrina Schito.

Vincenzo De Giorgi nel suo comitato

Il responso del primo turno vede in vantaggio la coalizione a sostegno di Vincenzo De Giorgi, sostenuto da nove liste (Forza Italia, Fratelli d’Italia, civiche Copertino Domani, De Giorgi sindaco, Onda d’urto, Copertino popolare, Uniti per Copertino, Prima Copertino e Valore Assoluto), con il candidato che ha raccolto oltre il 43 per cento dei consensi. Distaccato di 15 punti percentuali il candidato sindaco Antonio Leo (Impegno Civico per Copertino, Copertino Bene Comune, Copertino Inclusiva, Liberamente, Copertino al Centro, Italia Viva e Pd), tallonato ad inizio scrutinio da Laura Alemanno, ma che alla fine approda alla sfida del ballottaggio con il 27,48 per cento dei consensi, frutto di 3.905 preferenza incamerate.

Si spengono invece le speranze nutrite in campagna elettorale per gli altri due candidati in corsa ai nastri di partenza, l’ex assessore, Laura Alemanno (Alba Nuova, Direzione Futuro, Udc, Insieme per Laura, Presente, Siamo Copertino) a cui non è stata sufficiente la spinta dei centisti, delle civiche e del movimento del sindaco di Nardò, Pippi Mellone, per staccare almeno il tagliando per il secondo turno (si è fermata al 24,19 per cento con 3.437 voti), e per il già primo cittadino Giuseppe Rosafio e la sua lista di rifermento con il 4,9 per cento con 709 preferenze.   

Entrambi potrebbero ora diventare in qualche modo anche ago della bilancia in vista del secondo turno in caso di apparentamento ufficiale o con un semplice appoggio esterno e convergenza di voti su De Giorgi o su Leo, con quest’ultimo chiamato a tentare un difficile sorpasso per annullare il vantaggio acquisito al momento dal candidato del centrodestra.                 

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

Antonio Leo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Copertino bisogna attendere il secondo turno. Sarà ballottaggio tra De Giorgi e Leo

LeccePrima è in caricamento