Domenica, 25 Luglio 2021
Politica

“Sicurezza a rischio, sporcizia e reparti in chiusura”. Fdi sull’ospedale di Copertino

Il circolo cittadino del partito segnala numerosi disagi per gli automobilisti e i pedoni che si avventurano nei pressi del nosocomio. E punta il dito contro la nuova amministrazione Schito e le scelte del governo regionale in tema di sanità

COPERTINO – Problemi e disagi “inauditi” nei pressi dell’ospedale di Copertino: a segnalarlo è il partito Fratelli d’Italia – Alleanza nazionale. “I parcheggi dell’ospedale sono in uno stato di abbandono – denunciano dal circolo cittadino  – ma, nonostante tutto, ci paghiamo pure la sosta”.

I responsabili di Fdi- An hanno puntato un faro sull’ amministrazione guidata da Sandrina Schito, fresca d’ insediamento, sollevando una questione che riguarda gli automobilisti ed i pedoni che transitano nei pressi del presidio ospedaliero: “La vegetazione degli alberi è cresciuta a tal livello da impedire agli automobilisti di notare la presenza di pedoni sul marciapiede in procinto di attraversare, rendere pericolosa l’uscita dei mezzi dal parcheggio perché impossibile notare il sopraggiungere di vetture dalla strada principale, l’impossibile fruizione del marciapiede”.

“A tutto ciò si aggiunge fogliame, sporcizia e spazzatura che maleducati frequentatori buttano per terra- scrive il partito . Capiamo che il perfido riordino ospedaliero del presidente Vendola, molto attento ai gay pride e poco alle esigenze del territorio – denuncia Giuseppe Pede, portavoce cittadino - preveda un ufficioso graduale scorporamento del nostro presidio ospedaliero, così come fece con il nosocomio di Nardò, ma sino a quando ci lasceranno questo diritto alla salute, cerchiamo di manutenere con il giusto decoro quel parcheggio”.

Secondo Fratelli d’Italia l’installazione di cestini e l’intervento di un paio d’ore da parte del personale preposto, basterebbe a ripristinare il decoro urbano e le condizioni di sicurezza stradale. A dire del partito, peralto, la giunta varata dal sindaco Schito avrebbe tutte le carte in regola per fare bene. 

Come se non bastasse, poi, in questi giorni è ritornata sulla stampa la notizia di una possibile chiusura dei reparti di ostetricia, ginecologia e geriatria del nosocomio. “L’ospedale San Giuseppe da Copertino serve un bacino di 100 mila persone che vanno ad aumentare considerevolmente durante il periodo estivo. Ci sentiamo di lanciare un appello - conclude Pede - durante la campagna elettorale si son sentite tante promesse dai candidati sindaco proprio sulle sorti del nosocomio copertinese. Dalle belle parole passate ai fatti. Fate fronte comune perché Renzi e Vendola ci stanno scippando la speranza, non facciamoci scippare anche il diritto alla salute”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Sicurezza a rischio, sporcizia e reparti in chiusura”. Fdi sull’ospedale di Copertino

LeccePrima è in caricamento