Politica

Fratelli d'Italia vuol scalare il centrodestra. Crosetto lancia la costituente

Il gruppo di lavoro è composto da sedici persone, il coordinatore provinciale è Pierpaolo Signore. Insieme al cofondatore del movimento, anche l'onorevole Marcello Gemmato, eletto deputato alle ultime elezioni e il già senatore Michele Saccomanno

In primo piano, Pierpaolo Signore. Al centro, Guido Crosetto.

LECCE – Se il peso della scommessa politica gravasse tutto sulle spalle di Guido Crosetto, Fratelli d’Italia potrebbe arrivare lontano. Il “gigante buono” del centrodestra, deputato nella scorsa legislatura e cofondatore – con Giorgia Meloni e Ignazio La Russa – del soggetto politico che aspira ad essere più di una comparsa, ha partecipato alla presentazione della “costituente” salentina, il gruppo di lavoro che dovrà logisticamente organizzare il partito sul territorio e serrare le fila per accelerare il processo di consolidamento e di acquisizione del consenso.

Coordinatore provinciale è Pierpaolo Signore, consigliere comunale a Lecce, che si avvarrà della collaborazione di altre quindici persone: Giovanni Costantini, Patrizia Mancarella, Massimo Fragola (Lecce), Antonella Bruno e Michele Muci (Nardò), Antonio Gatto (Galatone), Caterina Liaci (Monteroni), Giacomo Bellomo (Casarano), Graziano Greco (Ugento), Luigi Botrugno (Tricase),  Maria Serena Camboa (Scorrano), Pasquale Catarozzolo (Guagnano), Giovanni Perrone (Trepuzzi), Pierluigi Meleleo (Castrignano de’ Greci), Giuseppe Pede (Copertino). Una squadra composita, sia per provenienza professionale che per età, e con una certa esperienza di militanza sia sul versante amministrativo che su quello delle organizzazioni giovanili ed universitarie della destra.

Davanti ad una platea con ampia presenza femminile – c’era anche la consigliera comunale di Io Sud, Francesca Mariano -, Crosetto e i “costituenti” regionali - l’onorevole Marcello Gemmato (unico eletto pugliese alla Camera) e il già senatore Michele Saccomanno - hanno dunque simbolicamente varato la nave tricolore che si lancia nelle acque sempre agitate della politica italiana. I sei milioni di voti persi per strada dal Pdl sono, del resto, un boccone troppo ghiotto per l'anima movimentista del centrodestra, costantemente relegata nell'angolo dal dirigismo e dal protagonista dell'ala più vicina a Silvio Berlusconi.

fratelli_costituente-2Dopo un esordio a handicap alle ultime elezioni politiche – il movimento era stato lanciato dai tre fondatori solo poche settimane prima –, Fratelli d’Italia entra nel vivo della sua scommesse: dimostrare che un altro centrodestra è possibile. Un centrodestra fatto di persone, di congressi e confronti democratici, di primarie e, soprattutto, di valori: quelli dell’orgoglio nazionale, del lavoro, della famiglia. Fratelli d’Italia, come noto, si colloca saldamente all’opposizione rispetto al governo di Enrico Letta fondato sul tripartito Pd-Pdl-Scelta civica.

Crosetto, nel pomeriggio, dovrebbe partecipare ai lavori del cantiere politico “Nuova destra”, organizzato da Adriana Poli Bortone. Alla convention sono attesi anche Francesco Storace e Gianni Alemmano. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fratelli d'Italia vuol scalare il centrodestra. Crosetto lancia la costituente

LeccePrima è in caricamento