Domenica, 1 Agosto 2021
Politica

Stefàno: “Con rigore e innovazione, la Puglia resta modello di governo”

L'assessore regionale alle risorse agroalimentari promuove il risultato di Vendola alle primarie: "In alcuni territori, scontati i provvedimenti subiti dal governo centrale, ma abbiamo proposto un'idea di centrosinistra vincente"

LECCE – Per Dario Stefàno, assessore regionale alle risorse agroalimentari, il risultato delle primarie non si legge come “punitivo” del governo pugliese. Tutt’altro, c’è il contributo profondo ad un “centrosinistra vincente” e “capace di amministrare”.

“Voglio fare i miei complimenti a Nichi Vendola – dichiara in una nota -, per lo stile, la passione e i contenuti con cui si è battuto in questa campagna per le primarie. Una campagna, per noi, durata appena quattro settimane ma che ci ha visto al lavoro nei nostri rispettivi territori con grande  impegno e motivazione, contando solo sull’entusiasmo straordinario di tanti amici che ci hanno sostenuto”.

Stefàno sottolinea che il suo movimento “La Puglia per Vendola” ha portato avanti una idea di centrosinistra di governo “che, ancora una volta, si è rivelata vincente”. E se qualche risultato deludente, nel dato complessivo e a Taranto e Foggia, soprattutto, c’è stato è lo “scotto” da pagare in alcuni territori in virtù della “difficoltà nelle scelte che il governo regionale è stato costretto ad assumere in conseguenza di provvedimenti del governo nazionale”.

“Ma le vittorie di Bari, Brindisi e Lecce – aggiunge - ci dicono chiaramente che quando la politica incontra la vita, per dirla con Nichi, allora non c’è storia: vince quel modello Puglia che in questi anni ha saputo associare alla parola rigore ed alla necessità dei conti in ordine, anche innovative politiche di welfare, oculate politiche di sviluppo e di crescita e di valorizzazione delle vocazioni produttive e culturali della Puglia”.

L’assessore, che secondo più di una indiscrezione, sarebbe indicato come il possibile ministro dell’agricoltura di un futuro governo del centrosinistra, in quota Vendola, sente di ringraziare uno per uno tutti gli uomini e le donne del movimento e di Sinistra Ecologia e Libertà che, “senza avere alle spalle una struttura partitica organizzata, sono riusciti con entusiasmo e caparbietà a motivare tutta la comunità salentina, che ha risposto con grande partecipazione, consentendo di raggiungere un risultato – il 38,9% con oltre 12 mila preferenze  - che ci fa essere orgogliosi e fieri del nostro impegno nella squadra di governo al fianco di Nichi Vendola a sostegno di una politica  dei contenuti  e delle azioni”.

“Sono convinto – conclude - che con le primarie di ieri (che ancora ieri sera a scrutinio in corso i media continuavano a definire di partito) il centrosinistra abbia maturato una nuova forza, che ora bisogna essere bravi a non disperdere”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stefàno: “Con rigore e innovazione, la Puglia resta modello di governo”

LeccePrima è in caricamento