rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Dopo l'incontro col segretario

Stefàno “torna” nel Pd: “Rimuovo mia autosospensione dal partito”

Il senatore salentino riprenderà le proprie funzioni di dirigente dopo un incontro chiarificatore con Enrico Letta

LECCE - Non era mai uscito dal Pd ma si era “autosospeso” in dissenso con alcune scelte politiche del proprio partito di appartenenza, emerse in occasione delle scorse amministrative e degli assetti di governo successivi: ora Dario Stefàno, senatore otrantino, già assessore regionale e presidente della commissione politiche dell’Unione europea a palazzo Madama, ritorna sui propri passi e rimuove la propria autosospensione, rientrando pienamente nelle dinamiche del Pd.

Ad annunciarlo è stato il diretto interessato, che, in una nota ufficiale, spiega di aver incontrato il segretario del Pd, Enrico Letta, con il quale si è confrontato in maniera approfondita sulle questioni più rilevanti, che hanno attraversato le vicende politiche pugliesi degli ultimi mesi.

“Le rassicurazioni e l’interesse del segretario – chiarisce nella nota - mi hanno convinto che è giunto il momento di superare questa impasse. Enrico Letta mi ha chiesto di tornare a svolgere a pieno titolo le funzioni di dirigente locale e nazionale del partito, senza per questo rinunciare a dare voce alle difficoltà che la nostra comunità spesso incontra nella relazione con il governo regionale; verso il quale, nonostante tutto, non è mai venuto meno, né da parte mia né del Pd, un sostegno leale”.

Da qui la decisione di rimuovere la propria autosospensione dal partito, che, come ribadisce, “ha riguardato solo gli organi politici nazionali e locali ma non certo la nostra comunità, per la quale affetto e attenzione non sono venuti mai meno”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stefàno “torna” nel Pd: “Rimuovo mia autosospensione dal partito”

LeccePrima è in caricamento