Darsena di San Cataldo: "Rispetteremo i tempi previsti dal contratto"

Il direttore dei lavori per conto del Comune conferma la tempistica originaria, nonostante la sospensione parziale delle attività nel cantiere

Operai al lavoro nei giorni scorsi presso la darsena.

LECCE – I 580 giorni previsti dal contratto per la riqualificazione della darsena di San Cataldo saranno sufficienti per portare a compimento il cantiere. Lo ha assicurato l’ingegner Giovanni Puce, dirigente comunale e direttore dei lavori, partecipando alla seduta della commissione Lavori Pubblici insieme al responsabile unico del procedimento, l’architetto Silvio Cillo.

L’occasione è stata propizia per fare il punto sull’andamento dei lavori e sui problemi sorti in relazione allo svuotamento delle acque del bacino, operazione necessaria per realizzare il progetto e liberare i fondali dalle alghe che si accumulano e che di fatto hanno reso la darsena irrealizzabile.

Se da una parte è vero che la ditta coinvolta, la Igeco srl, è stata interessata a verifiche da parte delle forze dell’ordine per quanto riguarda la certificazione antimafia, dall’altra questa circostanza non ha avuto conseguenze sui lavori. Il cantiere, insomma, è rimasto sempre aperto e operativo fino all’inizio di marzo quando è stata stabilita una sospensione per quanto concerne la parte a mare.

Lo stop si è reso necessario – è stato spiegato ai consiglieri comunali presenti - perché lo svuotamento del bacino non faceva parte del progetto definitivo sottoposto a valutazione di impatto ambientale, ma di quello esecutivo, redatto successivamente. Per sanare il vizio procedurale è stato preparato un documento integrativo di assoggettabilità inviato in questi giorni agli organi competenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto procedono i lavori sulla parte a terra: l’amministrazione sta premendo affinché alcune opere, come le staccionate sul lungomare Fratelli d’Italia e le tre passerelle siano sistemate prima dell’avvio della stagione estiva. Il 18 aprile l’assessore ai Lavori Pubblici, Alessandro Delli Noci e i rappresentanti dell’azienda si sono confrontati per rilanciare le attività in attesa dello sblocco della parte a mare. La chiusura del cantiere, programmata per il 15 luglio del 2019, resta confermata dunque per qualla data.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Giovane turista fa il bagno e sul fondale ritrova bacino in ceramica del XIV secolo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento