Giovedì, 24 Giugno 2021
Politica

Debiti fuori bilancio al Comune, una spina tira l'altra

Per rette non pagate alle strutture di ricovero per minori e spese legali, la somma complessiva ammonta a 725mila euro. Intanto, nel 2010, le sentenze esecutive contro il Comune sono state 155

La seduta odierna della commissione Bilancio.

LECCE - L'esistenza di debiti fuori bilancio da parte dell'amministrazione comunale di Lecce non è una novità. Il più importante ed oneroso tra quelli fin qui riconosciuti è quello relativo al lodo "Leadri" (https://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=25852) ma ce ne sono anche altri. L'ultimo in ordine di tempo è riconducibile alla situazione debitoria dell'Istituzione per i servizi sociali, di cui si è occupata questa mattina la commissione Bilancio, presieduta da Gigi Rizzo. Erano presenti anche Antonio Carpentieri, il presidente dell'Istituzione e la dirigente responsabile, Anna Maria Perulli.

La situazione è questa: il debito complessivo di Palazzo Carafa relativo a fatture non pagate per il 2007 è di 726mila euro, di cui 50mila di spese e interessi. Una parte delle strutture che accolgono i minori su disposizione del Tribunale, ha infatti attivato le procedure di esecuzione giudiziaria in virtù delle quali sono stati notificati anche un paio di atti di pignoramento. Ma le sentenze esecutive piovono in capo al Comune un po' da tutti i settori, soprattutto da quello dei sinistri stradali: solo nel 2010, ha dichiarato Antonio Torricelli, consigliere del Partito democratico e vice presidente dell'assise comunale, sono state 155.

Ci sono poi, tornando all'oggetto della discussione di oggi, anche rette non pagate per un totale di 170mila euro, risalenti al quinquennio tra il 1992 e il 1997. Passività pregresse, sono state definite a lungo sulle carte e nei corridoi di Palazzo, ma che, alla fine, pare debbano essere definite come debiti fuori bilancio, per coprire i quali ci vuole apposita deliberazione del Consiglio comunale.

Per una situazione "emblematica che rappresenta plasticamente la leggerezza e la incapacità, anche professionale, con cui si amministrano le finanze comunali nelle procedure di ricognizione dei debiti fuori bilancio". E la stoccata arriva dritta al collegio dei revisori del Comune, che nonostante le continue segnalazioni di Torricelli, non avrebbe "segnalato la grave anomalia patrimoniale e contabile".


Per coprire il debito delle rette non pagate la Giunta di Paolo Perrone porterà nel prossimo Consiglio comunale la delibera per il riconoscimento del debito di 726mila euro, che sarà finanziato con apposito stanziamento inserito nell'assestamento agli equilibri di bilancio votato l'11 ottobre scorso. La commissione Bilancio ha riconosciuto l'esistenza del debito fuori bilancio e la relativa copertura con quattro voti favorevoli e tre contrari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Debiti fuori bilancio al Comune, una spina tira l'altra

LeccePrima è in caricamento