Analisi del voto: l'elettorato di Delli Noci il più omogeneo nella città

Osservando i risultati per plesso, ciascuno dei quali comprende una o più sezioni, emerge una forbice tra l'11 e il 19 per cento. Per Giliberti e Salvemini la differenza è maggiore

Alessandro Delli Noci.

LECCE – Tra i risultati che, in attesa del ballottaggio, si possono dare già per acquisiti c’è il dato di Alessandro Delli Noci che ha ottenuto il 16,9 per cento delle preferenze. Un dato troppo basso per arrivare al secondo turno – obiettivo centrato da Carlo Salvemini con il 29 per cento – ma sufficientemente rotondo da poter essere determinante per il ribaltamento dei pronostici considerando che Mauro Giliberti, candidato del centrodestra, parte dal 45,3 per cento.

Dalla lettura dei dati, peraltro, emerge anche un’altra considerazione: i risultati conseguiti dall’ex assessore della giunta Perrone nelle varie zone della città sono molto più omogenei. La “forbice”, cioè la differenza tra la percentuale più alta è quella più bassa, è infatti di otto punti: 19 per cento nelle sezioni del Banzi (residenti rione Salesiani) e dell’Aria Sana e 11 per cento a Villa Convento.

Per Giliberti si va dal 59 per cento a Frigole (dove votano i residenti di tutto il litorale leccese) al 35 per cento del Palmieri, mentre Salvemini oscilla tra il 35 al Quinto Ennio e il 20 al Deledda e a Frigole. E’ quindi possibile che con un accordo politico tra secondo e terzo si possa ricucire buona parte del gap esistente dove Giliberti si è affermato con più nettezza, considerando anche il fatto che al secondo turno l’affluenza dell’elettorato di centrosinistra tende a mantenersi su livelli simili a quello del primo turno, con una riduzione più contenuta rispetto a quella del centrodestra.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Salvemini ha dichiarato in conferenza che parlerà con Delli Noci “alla luce del sole e senza mediatori”. Se dal confronto ne uscirà un’intesa e una mobilitazione reale dei rispettivi elettorati, allora la partita può essere realmente riaperta.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ladri nell’alloggio della caserma, rubata pistola d’ordinanza con caricatore

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

  • Violenze durante il sonno, a processo il padre adottivo

  • Finanziamenti con documenti falsi, al terzo tentativo scattano le manette

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento