Delli Noci e Metallo a furor di popolo. Sfondano i giovani amministratori

In ambito provinciale il vice sindaco di Lecce e l'ex primo cittadino di Racale trascinano le rispettive liste, tra i più suffragati in assoluto nel contesto regionale. Loredana Capone seconda nel Pd

Donato Metallo.

LECCE – In provincia di Lecce, dicono i dati definitivi, Michele Emiliano ha avuto il 46 percento dei consensi, contro il 42,41 di Raffaele Fitto. Antonella Laricchia, del M5S, s’è fermata all’8,67 percento, mentre Ivan Scalfarotto, di Italia Viva, ha ottenuto l’1,62 percento

La distanza tra i due principali protagonisti della competizione, inoltre, è ancora più tangibile nel capoluogo salentino, dove il presidente uscente supera di oltre dieci punti l'avversario. Per quanto riguarda la composizione del nuovo consiglio regionale, bisogna ricordare che la provincia di Lecce assegna dieci seggi. Il riparto ha determinato il seguente quadro: cinque al centrosinistra (tre al Pd, uno a "Con Emiliano", l'altro a "Popolari con Emiliano"); quattro al centrodestra (uno rispettivamente a Fratelli d'Italia, Lega, "La Puglia domani" e Forza Italia Berlusconi per Fitto) e uno al M5S.

Alessandro Delli Noci (38 anni, nella foto, sotto), vice sindaco di Lecce, e Donato Metallo (39 anni), già sindaco di Racale, sono stati i più suffragati: entreranno per la prima volta in consiglio regionale e lo faranno dalla porta principale, con la possibilità di riconoscimenti importanti nel governo che il presidente Emiliano formerà. Delli Noci, della lista "Con Emiliano", è stato il terzo più votato in tutta la regione;  subito dietro c’è Metallo, con 347 voti in meno. Il vice sindaco di Lecce ha ottenuto oltre cinquemila voti nel capoluogo, portando la sua lista, “Con Emiliano”, a superare il Partito Democratico nel perimetro cittadino.

Per Metallo 2.502 dal piccolo comune che ha amministrato per quasi due mandati e dove era candidato in consiglio comunale a sostegno di Antonio Salsetti, eletto sindaco.  Loredana Capone, assessora uscente, ha ottenuto 13.740 preferenze conquistando l'ingresso in consiglio, mentre Sergio Blasi, anche lui a caccia di riconferma, ne ha ottenute 13.324 (è stato comunque eletto con il recupero dei resti). L'assessore uscente Sebastiano Leo, con 10.914 preferenze, ha trainato nel Salento la lista Popolari con Emiliano. Ernesto Abaterusso, con 5.148 voti, è stato il più suffragato per Senso Civico - Un nuovo Ulivo per la Puglia, ma per questa lista non è scattato il seggio. Secondo l'ex parlamentare di Patù e consigliere uscente si tratta di un mero errore di calcolo, per due ragioni: la prima, scrive in una nota, perché sarebbe sufficiente superare la soglia di sbarramento, fissata al 4 percento; la seconda perché la legge regionale del 2015 attribuisce alla coalizione del candidato che ha vinto con più del 40 percento dei voti un premio di maggioranza (da 27 a 29 seggi). 

Nel centrodestra il primo partito è Fratelli d'Italia e l'ex presidente della Provincia, Antonio Gabellone, vince nettamente la sfida interna con Saverio Congedo, mentre nella Lega passa il coordinatore provinciale Gianfranco De Blasi. Nella civica "La Puglia domani" si afferma Paolo Pagliaro, editore di Telerama, Paride Mazzotta, già consigliere comunale a Lecce, è stato il più suffragato per Forza Italia Berlusconi per Fitto. Nel M5S il consigliere regionale uscente, Cristian Casili, ha superato il collega Antonio Trevisi.

dellinocicomitato-2

Di seguito si riportano i risultati delle liste che hanno superato la soglia di sbarramento fissata al 4 percento. E per ciascuna, si specifica il dettaglio dei primi tre candidati più suffragati.

Coalizione per Michele Emiliano

Partito Democratico (14,7 percento): Donato Metallo (16.814 preferenze), Loredana Capone (13.740), Sergio Blasi (13.324)

Con Emiliano (8,75 percento): Alessandro Delli Noci (17.157), Antonio Raone (7.228), Assunta De Francesco (5.343)

Popolari con Emiliano (7.74 percento): Sebastiano Leo (10.914); Mario Pendinelli (5.113); Oriele Rolli (2.452)

Senso Civico-Un nuovo Ulivo per la Puglia (4,2 percento): Ernesto Abaterusso (5.148), Adriano Merico (2.857). Luigi Calò (1.758)

Coalizione per Raffaele Fitto

Fratelli d’Italia (14,58 percento): Antonio Maria Gabellone (11.657); Saverio Congedo (7.228); Dino Basile (6.400).

Lega Salvini (9,2 percento): Gianfranco De Blasi (8.549), Mino Miccoli (5.122); Salvatore De Cruto (2.531)

La Puglia domani (9,01 percento): Paolo Pagliaro (9.209); Renato Stabile (4.338); Antonella Vergari (3.346)

Forza Italia Berlusconi per Fitto (8,05 percento): Paride Mazzotta (5.439); Antonio Buccoliero (5.193); Vincenzo De Giorgi (4.010).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per Antonella Laricchia

Movimento 5 Stelle (7.78 percento): Cristian Casili (6.087); Antonio Trevisi (3.387); Francesca Sodero (2.312)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo colpo al business della droga a Melissano: all’alba 23 in manette

  • Covid-19, aumentano i tamponi. Sono 611 i nuovi positivi e quindici i contagi nel Leccese

  • Dpcm, la protesta nasce pacifica in centro. Ma poi partono gli scontri

  • Cosparso di escrementi e bruciato con le sigarette a 3 anni se si opponeva alle molestie: otto anni al padre e allo zio

  • Il tir si ribalta col carico di frutta: ferito conducente, positivo all’alcol test

  • Virus, stabile l’andamento del contagio. Picco di 43 casi nel Salento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento