Delli Noci nominato vice sindaco. E Salvemini scherza con un post

Lo aveva annunciato nel giorno stesso in cui aveva deciso di ricandidarsi. Ora si stringono i tempi per la giunta: le donne non possono essere meno di quattro

LECCE - In attesa della composizione della giunta, il sindaco Carlo Salvemini ha formalizzato la prima mossa del resto ampiamente annunciata: da oggi Alessandro Delli Noci è nuovamente il numero due di Palazzo Carafa. Il provvedimento segue all'impegno assunto pubblicamente sin dal giorno in cui il primo cittadino uscente aveva deciso di ricandidarsi. Lo stesso sindaco lo ha comunicato con un post: "Oggi per festeggiare il mio compleanno mi sono fatto un regalo: ho firmato il decreto di nomina a vicesindaco di Alessandro", ha scritto in una didascalia che accompagna una foto nel suo ufficio a Palazzo Carafa.

Il prossimo passo è quello della scelta degli altri otto componenti l'esecutivo, posto il numero massimo di nove assessori più il sindaco previsto per legge. La normativa impone anche il rispetto di un numero minimo di donne in giunta, pari al 40 percento del totale: nel caso di Lecce, dunque, le assessore saranno quattro.

Tra le elette nella coalizione di maggioranza ci sono Angela Valli con 723 preferenze (Noi per Lecce), Silvia Miglietta e Natasha Mariano Mariano di Lecce Città Pubblica, rispettivamente con 685 e 390. Tra i banchi della minoranza rappresenterà il gentil sesso Adriana Poli Bortone, candidata sindaco. Per l'insediamento del consiglio bisogna tuttavia attendere la validazione da parte delle commissione elettorale che potrebbe pure, controllando le schede contestate, modificare i risultati e quindi il posizionamento dei candidati nelle rispettive liste.

Nel caso di Lecce Città Pubblica, ad esempio, Natasha Mariano Mariano ha ottenuto lo stesso numero di preferenze di Gabriele Molendini, già caporgruppo nei 18 mesi trascorsi a Palazzo Carafa. A oggi è lei ad essere l'assegnataria del quarto seggio - dopo Silvia Miglietta, Pierpaolo Patti e Cosimo Murri dello Diago - perché la legge prevede la priorità secondo l'ordine di inserimento nella lista e quelli di Lcp hanno proceduto in ordine alfabetico.In ogni caso, anche dovesse invertirsi l'ordine tra i due, il secondo siederà comunque in consiglio dopo la definizione della giunta: per Silvia Miglietta, prima della lista e donna, la riconferma in giunta appare scontata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • “L’eredità”, il concorrente leccese batte il record di puntate da vincitore

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • Scampato a un agguato con Kalashnikov, accoltella un uomo per motivi di viabilità

  • Debito di droga si trasforma in incubo: lo minacciano davanti al nipote, tre in manette

Torna su
LeccePrima è in caricamento