Sabato, 19 Giugno 2021
Politica Piazza Mazzini Giuseppe

Pista di ghiaccio, è polemica. Delli Noci: “Dove sono i 9mila dell’occupazione del suolo?”

Il candidato chiede spiegazioni: "Il costo di occupazione del suolo pubblico è di 1,60 euro a metro quadro. Dove sono finiti i soldi?"

La pista allestita in Piazza Mazzini

LECCE – Non accenna a placarsi la polemica sull’affaire “Pista di ghiaccio”, il progetto "invernale nella calda primavera salentina”. Dopo la richiesta, sollevata dal candidato Mauro Giliberti e rivolta all’assessore Attilio Monosi, poi accolta, di sospendere il contributo comunale, altre scintille. Questa volta giungono dal candidato Alessandro Delli Noci, che punta il dito contro il costo dell’occupazione del suolo pubblico, da parte della struttura allestita in Piazza Mazzini.

“Ci risulta che il costo per l'occupazione del suolo pubblico ammonti a euro 1,60 a metro quadro. Facendo un semplice calcolo, il Comune non ha solo stanziato diecimila euro per l'iniziativa ma, concedendo gratuitamente il suolo pubblico per "Ice on the road" per trentanove giorni, dal 12 aprile al 21 maggio,  per uno spazio di circa 150 metri quadri, ha sovvenzionato una società privata con altri nove mila euro circa”, dichiara l’ex assessore di Palazzo Carafa.

“Chiediamo dunque che venga fatta chiarezza sui diecimila euro stanziati e non spesi e che si giustifichi il motivo per cui una società privata sia esente dal pagamento del suolo pubblico contrariamente ad altre realtà senza scopo di lucro". Delli Noci insinua un dubbio: non esisterebbe, a suo dire, un atto di ritiro della delibera dopo la richiesta del candidato Giliberti. “Non solo il Comune stanzia diecimila euro all'azienda in questione ma fornisce gratuitamente l'occupazione di un consistente spazio pubblico”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pista di ghiaccio, è polemica. Delli Noci: “Dove sono i 9mila dell’occupazione del suolo?”

LeccePrima è in caricamento