Designato il successore di Chiuri: è De Donno il sindaco a Tricase

Il turno di ballottaggio appannaggio del candidato sostenuto da Pd e civiche che ha ottenuto 4.471 preferenze pari al 52,06%. Frenata la ricorsa di Zocco staccato di 350 voti

Il neo sindaco Antonio De Donno

TRICASE - La corsa all’ultimo voto ha rimandato al secondo turno di ballottaggio l’elezione del nuovo sindaco di Tricase, municipalità in regime di commissariamento, ma per motivi politici legati alle dimissioni del sindaco uscente Carlo Chiuri e dei consiglieri eletti nella scorsa legislatura del 2017. Lo scrutinio in divenire, nelle 21 sezioni cittadine, dopo la chiusura delle urne alle 15, ha consolidato il lieve distacco incamerato già quindici giorni addietro da Antonio De Donno, candidato della coalizione formata dal Pd e da liste civiche di centrosinistra.

Il presidente tricasino dell’Acli, con 4.471 preferenze, pari al 52,06 per cento dei voti, è stato eletto in qualità di primo cittadino di Tricase. “Una grande soddisfazione quella di essere alla guida della propria città” il primo commento a caldo del neo sindaco a ridosso di Palazzo Gallone, “inizia ora la sfida della buona amministrazione nel segno della responsabilità. Abbiamo un progetto serio e realizzabile, sarò il sindaco di tutta Tricase”. Frenata la rincorsa dell’altro candidato rimasto in lizza nel secondo turno, Carmine Zocco che di voti ne ha incamerati 4.117 pari al 47,94 per cento. Una scarto di poco più di 350 preferenze.

Nella tornata del 20 e 21 settembre scorsi si era profilato il secondo turno di ballottaggio per la definizione della nuova griglia amministrativa che vedeva inizialmente in corsa quattro candidati a sindaco. I dati ufficiali del primo turno avevano designato il vantaggio di Antonio De Donno, 53anni, candidato della coalizione formata dal Pd e dalle civiche Siamo Tricase, Tricase responsabile e Tricase Futuro Comune, che aveva incamerato 3.430 preferenze, pari al 32,09 per cento.

A tallonarlo, con soli 90 voti in meno, c’era proprio l’altro candidato, sconfitto al secondo turno, dell’asse del centrosinistra frazionato, Carmine Zocco supportato da tre liste: Tricase Città democratica, Tricase Coraggiosa e Tricase è Bella. Per lui quindici giorni addietro si erano contati 3.340 voti, pari al 31,25 per cento.

Più distanziati gli altri due candidati in corsa per palazzo Gallone: Giovanni Carità, sostenuto delle liste Valore alle Persone e Tricase sceglie Tricase, oltre al Movimento 5 Stelle con 2.141 voti, pari al 20,03 per cento e Donato Carbone indicato da Fratelli D’Italia e Sud in Testa, che di voti al primo turno ne aveva conquistati 1.177 pari al 16,63 per cento. I tre candidati siederanno in consiglio comunale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A Tricase erano 16.143 gli aventi diritto al voto. Alle urne per il turno di ballottaggio si è recato il 54,38% degli elettori (il 49,97% al primo turno).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo colpo al business della droga a Melissano: all’alba 23 in manette

  • Dpcm, la protesta nasce pacifica in centro. Ma poi partono gli scontri

  • Cosparso di escrementi e bruciato con le sigarette a 3 anni se si opponeva alle molestie: otto anni al padre e allo zio

  • Il tir si ribalta col carico di frutta: ferito conducente, positivo all’alcol test

  • Virus, stabile l’andamento del contagio. Picco di 43 casi nel Salento

  • Muro abbattuto da braccio della betoniera, investiti studenti: muore in ospedale 22enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento