Di Battista show: “Berlusconi in galera, ma questa sinistra indecente è peggiore”

"Question time" in piazza Sant'Oronzo: il deputato romano e il leccese Diego De Lorenzis rispondono alle domande di attivisti e simpatizzanti. Le elezioni per il Parlamento europeo sono alle porte: l'obiettivo è di essere il primo partito

Alessandro Di Battista in piazza Sant'Oronzo.

LECCE – Mattinata insolita in Piazza Sant’Oronzo dove è andato in scena un informale “question time” che ha visto protagonisti i deputati del Movimento 5 Stelle Diego De Lorenzis e Alessandro Di Battista. Il primo, leccese, è segretario della commissione Trasporti mentre l’altro è vicepresidente di quella Affari esteri. Ingegnere e leccese il primo, scrittore romano il secondo. All’appuntamento fissato per le 10.30 hanno risposto in centinaia, attivisti giunti nel capoluogo da tutta la provincia, ma anche simpatizzanti e curiosi che si trovavano a passeggiare nel cuore di Lecce.

Di Battista ha confermato di essere molto efficace dal punto di vista comunicativo e non è un caso che sia tra gli esponenti del movimento con maggiore visibilità in questa fase politica. Specializzato in tutela dei diritti umani, si è occupato di progetti di cooperazione in Congo e in Centro America. Laureato in discipline dell’arte, della musica e dello spettacolo, ha tentato per gioco anche la strada del talent show (nello specifico “Amici”).

La manifestazione, strutturata sull’asse domanda del cittadino e risposta del “portavoce”, è stata preceduta da una breve introduzione di Di Battista che ha insistito in più passaggi sulla necessità imprescindibile di respingere qualsiasi tentativo di approccio e di accordo con altri partiti. Non c’è poi tanta differenza tra destra e sinistra, secondo lui. Anzi parlando di Berlusconi ha detto: “Lo voglio in carcere quel delinquente, ma rispetto più lui di questa sinistra indecente che va avanti con il portafoglio della destra”.

dibattista_piazza 001-2Il concetto è chiaro: il Cavaliere è l’indiscusso genio del male, ma dotato di grande intelligenza: esserne consapevoli serve a contrastarlo con gli strumenti più appropriati. Il riferimento economico è invece alla prima fase dell’ascesa politica di Matteo Renzi che, ha ricordato il penta stellato, divenne primo cittadino con la benevolenza dei ras di Forza Italia locali, a partire da Denis Verdini. Con queste premesse, l’inciucio alla luce del nascente governo sarebbe dietro l’angolo. Perché tanto è chiaro, ha aggiunto il deputato, che è sempre la sinistra a far resuscitare il Cavaliere piegato dalla giustizia o dal voto elettorale. Di Battista è andato giù pesante anche su Nichi Vendola, definendolo “l’emblema dell’ipocrisia della sinistra”.

Il deputato romano si è detto sicuro che dalle prossime elezioni europee il M5S ne verrà fuori con un ottimo risultato: si vota con il sistema proporzionale e l’ambizione è di essere il primo partito. Di Battista ha anche abbattuto in un solo colpo gli steccati ideologici, secondo lui strumentali solo al teatrino della vecchia politica: “L’unica differenza, oggi che siamo nel 2014, è tra cittadini onesti e delinquenti”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Del resto la platea che ha davanti è composta in gran parte da reduci di tutti gli schieramenti e lo sa perfettamente anche lui quando si rivolge a chi “ha votato Democrazia cristiana”. Ed è proprio nell’ampio bacino degli indecisi e dei delusi che il M5S conta di pescare consensi per assestare la decisiva spallata al sistema partitocratico. Le Europee diranno se la direzione della cabina di regia Grillo-Casaleggio è quella giusta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

  • Coronavirus: 50 nuovi in Puglia, 6 in provincia di Lecce. E un positivo al voto a Nardò

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento