Delli Noci lascia la carica di vice sindaco: pronto per il governo regionale

Il passo indietro prelude all'ingresso nella giunta di Michele Emiliano, forte di oltre 17mila preferenze nella tornata elettorale. Il sindaco Salvemini lo ringrazia: "Non è facile sostituire uno come lui"

Delli Noci e Salvemini il giorno della vittoria elettorale (primavera 2019).

LECCE - Si è dimesso dalla carica di vice sindaco del Comune di Lecce Alessandro Delli Noci: un passaggio obbligato in virtù del suo ingresso in giunta regionale, con delega alle Attività Produttive. Per l'annuncio dell'esecutivo di Michele Emiliano manca davvero poco. 

Delli Noci è stato tra i più suffragati in assoluto nella tornata elettorale di settembre: oltre 17mila le preferenze ottenute, di cui 5mila nel capoluogo salentino. Il suo trasferimento a Bari implica degli aggiustamenti nella squadra di governo cittadina, che il sindaco Carlo Salvemini annuncerà domani: certo l'ingresso in giunta del consigliere di maggioranza Marco Nuzzaci e qualche rimescolamento di deleghe, con la "promozione" di Sergio Signore a vice sindaco.

"Io oggi mi allontano solo fisicamente dal Palazzo di città - ha scritto Delli Noci in un post -. Continuerò ad esserci sempre, in un confronto politico costante tra enti che devono dialogare tra loro per garantire quella crescita sociale, economica e culturale che Lecce e il Salento meritano. Lascio questa amministrazione comunale in buone mani, quelle del sindaco Salvemini, della giunta e dei consiglieri, una squadra politica forte, competente e capace di dare molto, soprattutto in questo momento difficile per il Paese. Una squadra supportata da movimenti politici civici nati durante questa esperienza e sempre pronti a stimolare, proporre, incoraggiare".

"Grazie all’intero consiglio comunale - conclude Delli Noci - a cui auguro di conservare sempre la massima lucidità e la necessaria collaborazione in una fase storica di crisi e difficoltà. Grazie ai dipendenti comunali e delle società partecipate, perché la macchina amministrativa per funzionare bene ha bisogno di tutto il loro impegno e supporto. E grazie a chi, leggendo questo post, capirà che provo emozioni troppo forti da riuscire a raccontarle in poche righe. Vado, con lo sguardo puntato verso il futuro, portando nel cuore affetti sinceri e nella mente tutto ciò che ho appreso in questi anni. Vado, con un profondo senso di responsabilità e con la determinazione a fare bene, perché per questa ragione mi è stata accordata tanta fiducia. Vado, con la mia Lecce e il Salento nel cuore".

Il primo cittadino, Carlo Salvemini, ha voluto ringraziare così il suo vice, partner di due vittorie elettorali (2017 e 2019) che hanno dato un corso diverso alla storia politica della città: “Oggi Alessandro Delli Noci ha rassegnato le sue dimissioni da assessore e vicesindaco della città in seguito alla sua elezione in Consiglio regionale. Lo ha fatto con una lettera, consegnatami stamattina, che è un condensato di emozioni. E che conserverò tra i ricordi preziosi di questa esperienza È il momento dei classici sentimenti contrastanti. Il dispiacere per ciò che si perde: il confronto sulla città che da oggi giocoforza non potrà svolgersi quotidianamente 'in presenza'”, come da tre anni a questa parte accade. Ma che si rinnova e si rafforza da questo ulteriore passo avanti che non potrà che produrre benefici per la città; la soddisfazione nel vedere un amministratore pubblico capace e maturo che cresce, per esclusivo merito delle proprie capacità, e che tra pochi giorni, come tutti noi ci auguriamo, potrà mettersi al servizio della Puglia nel governo regionale".

"Alessandro - prosegue il primo cittadino - non è un assessore facile da sostituire, non c’è dubbio che non averlo a Palazzo Carafa imporrà a tutti noi più impegno, studio, abnegazione. Vederlo all’opera in questi anni ha confermato in me la consapevolezza del suo valore umano e professionale, oltre che delle sue capacità di porsi come riferimento politico per gli altri. Sono qualità indiscutibili che lo porteranno verso traguardi ed esperienze sempre più importanti. Insieme abbiamo dato vita a Lecce a una comunità politica fatta di cittadini motivati, capaci, animati da passione civile e dall’ambizione di rendere migliore Lecce e la regione nella quale viviamo. Aver riacceso la voglia di partecipare e di essere protagonisti da parte dei cittadini è il più importante risultato politico raggiunto in questi anni, ed è ciò che unisce le nostre esperienze e le esperienze dei tanti che sono al nostro fianco al governo della città di Lecce. Buon lavoro Alessandro, buon lavoro a tutti noi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolto con il furgone, amputata parte della gamba destra del 38enne

  • La lite degenera: spunta pistola a salve, investito con violenza con l’auto

  • Debito di droga si trasforma in incubo: lo minacciano davanti al nipote, tre in manette

  • Favori in cambio di sesso, viagra e battute di caccia, chiesti 12 anni e mezzo per l’ex pm

  • Freddato a 22 anni con un colpo di pistola alla testa, inflitti due ergastoli

  • La coperta prende fuoco, anziano muore per ustioni: è il padre del segretario nazionale del Sap

Torna su
LeccePrima è in caricamento