Verso la giunta Emiliano bis: Lopalco nominato assessore a Sanità e Welfare

Le deleghe, conferite all’epidemiologo dal governatore nel corso del pomeriggio, possibili grazie alla lettera di dimissioni inviate da Salvatore Ruggeri

Foto di repertorio.

LECCE – Primi movimenti verso la giunta Emiliano bis: Pier Luigi Lopalco nominato assessore alle Politiche della salute. Dopo quella dei giorni scorsi a Donato Pentassuglia (in passato assessore alla Sanità, durante la seconda legisaltura di Vendola) e ora con delega all'Agricoltura,  altre novità da Bari. Per l’epidemiologo originario di Mesagne anche la delega al Welfare, subentrando di fatto a Salvatore Ruggeri che rassegna le proprie dimissioni. Il presidente della Regione Puglia lo ha stabilito nel corso del pomeriggio e la nomina è stata resa possibile grazie all’iniziativa di Ruggeri che, dimettendosi, ha consentito l’ingresso dello scienziato nel vecchio assetto della giunta che apre al cantiere di quella futura.

Professore ordinario di Igiene presso l'Università di Pisa, laureatosi all'Università di Bari, Lopalco è stato uno dei protagonisti del territorio dall’inizio dell’emergenza sanitaria. A lui, infatti, l’incarico di responsabile del coordinamento epidemiologico regionale a partire dal 9 marzo. Dal 2005 al 2015 ha inoltre lavorato presso il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie a Stoccolma, dove è stato capo del programma per le patologie prevenibili da vaccino. Ha pubblicato oltre 170 articoli su riviste scientifiche accreditate, nazionali e internazionali.

“Ringrazio Salvatore Ruggeri per il grande lavoro svolto in questi anni come assessore al Welfare - dichiara il presidente Emiliano - e per il suo contributo politico insostituibile alla vittoria elettorale del 21 settembre. La sua attività da assessore si è distinta per la grande attenzione a tutti i temi sociali, proseguendo il lavoro di Totò Negro, sempre al servizio della comunità pugliese. Totò Ruggeri rimane al centro della coalizione della Puglia, per me un punto di riferimento politico e umano”, scrive in una nota il neo assessore. “L’entrata in Giunta di Pier Luigi Lopalco - aggiunge Emiliano - consentirà già prima della sua proclamazione in Consiglio regionale di vederlo, come annunciato, alla guida della Sanità pugliese. In questo momento di emergenza Covid immetterlo da subito nella pienezza delle funzioni riveste una grandissima importanza”.

La lettera da Ruggeri al governatore

Di seguito, la missiva integrale inviata dall'assessore uscente al Welfare e indirizzata al governatore della Puglia, Michele Emiliano.

“I tempi burocratici per la proclamazione degli eletti della tornata elettorale del 20 e 21 settembre stanno allungando anche i tempi per la formazione del nuovo Governo regionale”, scrive Salvatore Ruggeri. “Per questo, dopo una lunga e attenta riflessione sulle difficoltà che il nostro Paese e la nostra Regione stanno attraversando a causa dell’epidemia di coronavirus, al solo fine di accelerare i processi di cambiamento che i pugliesi ci chiedono per fronteggiare questa nuova e grave emergenza, ti comunico la mia volontà di dimettermi da assessore regionale. Sono convinto che riunire le deleghe del Welfare e della Sanità nelle mani di un professionista esperto quale il professor Lopalco, sia al momento la decisione migliore e più giusta per la nostra Regione e per tutti i pugliesi che attendono dal nuovo esecutivo scelte forti e coraggiose in tempi brevi. Colgo l’occasione per ringraziarti della opportunità che mi hai offerto in questi anni di lavorare al Tuo fianco e di crescere sul piano amministrativo, politico ma soprattutto umano. Sono certo che insieme a te e ai colleghi della Giunta abbiamo fatto un buon lavoro perché abbiamo seminato insieme la speranza che una Puglia migliore è ancora e sempre possibile. Questo ce lo hanno confermato i fatti, i risultati elettorali, ma anche l’affetto dei tanti pugliesi che incontriamo ogni giorno e che ancora credono in noi. Unitamente ringrazio gli amici e colleghi della Giunta ma soprattutto i miei collaboratori, i dirigenti e tutto il personale del Welfare per avere supportato il mio lavoro. Sono certo”, conclude Ruggeri “che il mio impegno per questa Regione che amiamo tanto, continuerà su altri fronti e in altri luoghi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “L’eredità”, Massimo Cannoletta tra bottino intascato e critiche sul web

  • Travolto con il furgone, amputata parte della gamba destra del 38enne

  • Percepiva il reddito di cittadinanza, ma nascondeva in casa 625mila euro

  • La lite degenera: spunta pistola a salve, investito con violenza con l’auto

  • Favori in cambio di sesso, viagra e battute di caccia, chiesti 12 anni e mezzo per l’ex pm

  • Ubriaca alla guida colpisce auto, poi si ribalta: illesa una 21enne

Torna su
LeccePrima è in caricamento