Martedì, 15 Giugno 2021
Politica

Discussione sul Pug in aula consiliare. Porte aperte, sedute registrate

A partire da lunedì, gli incontri della commissione Urbanistica al primo piano di Palazzo Carafa. Accolta la richiesta del consigliere Carlo Salvemini

LECCE – Sarà l’aula consiliare di Palazzo Carafa a ospitare i lavori della commissione Urbanistica, chiamata a passare in rassegna il nuovo piano urbanistico generale prima dell’approvazione da parte dell’assise cittadina.

E’ stata così accolta la proposta di Carlo Salvemini, consigliere e candidato sindaco del centrosinistra, di tenere le sedute in uno spazio che consenta la partecipazione dei cittadini. Le commissioni ordinariamente si riuniscono nella sala intitolata a “Carlo Benincasa” dove per il pubblico, generalmente sempre ammesso salvo casi particolari, ci sono solo poche sedie a disposizione.

Ma c’è un’altra novità che accompagnerà la discussione sul documento di programmazione urbanistica: tutte le sessioni, a partire dalla prima di lunedì prossimo, saranno registrate, come precisato dall’assessore all’Urbanistica, Severo Martini: “Abbiamo preferito la registrazione simultanea alla trascrizione attraverso i verbali poiché la sola trascrizione potrebbe non essere completamente fedele all’intervento, mentre la registrazione non lascia spazio a fraintendimenti di alcun tipo”.

L’iter del Pug è stato piuttosto travagliato: la sua presentazione è stata preannunciata più volte come imminente, ma solo a gennaio l’amministrazione comunale ha scoperto le carte. L’intenzione della giunta è ora quella di farlo adottare dal consiglio prima della fine del mandato, per poi consegnare il provvedimento al vaglio della Regione Puglia.

“L'obiettivo – spiega Martini – non è stato solo quello di riqualificare la città, di recuperare le zone a ridosso tra le periferie e il mare, di favorire il recupero delle masserie, di dare nuove opportunità di crescita alle marine, ma è stato anche quello di dare ai giovani, e comunque ai cittadini in generale, nuove opportunità di lavoro, di sciogliere nodi, come quello della destinazione d'uso degli immobili, che scoraggiavano iniziative”. In pratica sarà più facile convertire l’uso di un edificio, per esempio da residenziale a produttivo.

Salvemini, da parte sua, invita i leccesi ad assistere agli incontri: “Invito i cittadini, i professionisti del settore, i commercianti, le associazioni di categoria a partecipare alle sedute della commissione. Ascoltare e prendere coscienza in presa diretta dei contenuti del Piano Urbanistico Generale servirà a condividere e socializzare il confronto sulle  scelte di trasformazione urbana, sociale, ambientale ed economica di Lecce”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Discussione sul Pug in aula consiliare. Porte aperte, sedute registrate

LeccePrima è in caricamento