Politica Monteroni di Lecce

Dodici consiglieri sfiduciano il sindaco di Monteroni

Alle 12,33 le dimissioni del sindaco Manca e dopo appena mezzora 12 consiglieri sfiduciano l'ex primo cittadino. Nella sua legislatura aveva già firmato un'altra lettera di rinuncia all'incarico

L'ex sindaco di Monteroni Marcello Manca sfiduciato questa mattina da 12 consiglieri

Marcello Manca, ex sindaco di Monteroni, non è nuovo alle dimissioni dalla carica. Le aveva già date un paio di anni fa, quando per salvare l'amministrazione (di centro sinistra) che lo aveva eletto alle amministrative del 2003, immaginò di dare vita ad uno spericolato ribaltone portandosi nell'esecutivo sei consiglieri di centro destra all'ora all'opposizione. Questa mattina, alle 12,32, per la seconda volta nell'arco della sua legislatura, ha nuovamente consegnato le dimissioni con le stesse modalità applicate due anni addietro. Ma questa volta non potrà più revocarle.

Mezzora dopo aver lasciato il documento in segreteria, sono giunte le dimissioni di 12 consiglieri comunali, nove dell'opposizione e tre della maggioranza, Mauro Madaro, Luigi Cosma e Marcello Rella. Se mai l'ex sindaco avesse avuto in mente di dare un segnale forte per ricostituire il gruppo e tirare la carretta fino alla primavera del 2008 (scadenza naturale del mandato) ritrattando tutto nell'arco di tempo previsto dalla legge, oggi ha invece tutto il tempo per pensare ad altro.

Tra Manca e il suo ex esecutivo - coinvolti tra l'altro in una inchiesta della Procura relativa ad un viaggio a Roma senza autorizzazione dell'Ufficio ragioneria del Comune di Monteroni -, l'intesa si era da tempo affievolita, anche se proprio ieri la giunta si era riunita per deliberare come di routine. Restano mai realizzate le promesse cardine fatte agli elettori in campagna elettorale: Monteroni cittadella universitaria, ristrutturazione del Velodromo degli ulivi e riqualificazione del centro storico (che non è solo la messa in opera del basolato), compresa la redazione del Piano commerciale (mai redatto). Un fallimento, da questo punto di vista, ma anche occasioni sulle quali puntare per l'amministrazione che verrà.

Scrivono in un comunicato i consiglieri di Forza Italia Mauro Madaro, Luigi Cosma, Antonio Quarta, Franca Quarta e Marcello Rella:L'amministrazione Manca, una della più tribolate degli ultimi anni, è così giunta al suo epilogo. Responsabilmente e con spiccato senso civico in questi anni Forza Italia ed alcuni consiglieri simpatizzanti e vicini alle posizioni del partito con estremo sacrificio e spirito di abnegazione hanno tentato di contribuire allo sviluppo e al progresso del nostro martoriato paese, accettando il mandato che il sindaco Manca ha ad alcuni di noi conferito per evitare un terzo prolungato periodo di commissariamento. L'obiettivo comune era lavorare per gli interessi della collettività ed il progresso socio economico monteronese".


E aggiungono: "Sforzi enormi sono stati effettuati da parte di alcuni amministratori per dare al paese una misura di sviluppo e di progressi in linea con le attese della cittadinanza. E nei settori di competenza i risultati positivi sono evidenti. Le varie contrapposizioni interne ed un sindaco assente, arrogante e poco disponibile al dialogo, hanno tentato negli ultimi tempi di imbavagliare l'azione amministrativa a scapito dei cittadini. Per questo - aggiungono - abbiamo ritenuto responsabilmente di rimettere il nostro mandato amministrativo al contempo proponendoci per un nuovo progetto politico caratterizzato da chiarezza di prospettive partendo dalla centralità dei partiti politici, fulcri fondamentali per lo sviluppo di Monteroni, in linea con quelle che sono le direttive provinciali e nazionali che ci vedono collocati in una prospettiva comune con altre forze politiche del centro destra ed aperta alla società civile".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dodici consiglieri sfiduciano il sindaco di Monteroni

LeccePrima è in caricamento