menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dopo le dimissioni dei consiglieri già a lavoro il commissario prefettizio

Dopo lo scioglimento del consiglio comunale e la caduta dell’amministrazione Colafati a Poggiardo si è insediata la viceprefetto Marilena Sergi. L’ex vicesindaco Longo: “Scelta non più rinviabile”

POGGIARDO - Dopo la presentazione delle dimissioni dei sette consiglieri comunali, oltre la metà di quelli in carica, protocollate ieri a palazzo di città, questa mattina il prefetto Maria Rosa Trio, con un proprio provvedimento, ha sospeso il consiglio comunale di Poggiardo in attesa che ne venga disposto lo scioglimento con decreto del presidente della Repubblica.     

Con  lo stesso provvedimento è stato nominato anche il commissario prefettizio per la provvisoria amministrazione dell’ente comunale, con poteri del sindaco, della giunta e del consiglio comunale. L’incarico è stato assegnato al viceprefetto Marilena Sergi. Il funzionario prefettizio si è insediato già questa mattina ed ha avviato la sua attività istituzionale che si esaurirà con dopo l’esito delle prossime elezioni amministrative di primavera.

Il tutto si è reso necessario a seguito della presentazione nel giornata di ieri  del documento, con la sottoscrizione delle dimissioni di sette consiglieri comunali, che di fatto ha decretato lo scioglimento anticipato dell’assise comunale e la caduta dell’amministrazione del sindaco Giuseppe Colafati in carica, per il secondo mandato, dal giugno del 2016. Oltre al vicesindaco Cosimo Damiano Longo e all’assessore Marta Greco e alla consigliera Paola Iasella, ormai dissidenti della maggioranza, a rassegnare le dimissioni sono stati anche i quattro consiglieri dell’opposizione, Amedeo Oronzo Borgia, Antonella Carluccio, Giuseppe Cianci e Antonella Cotrino.

“È stata una scelta complessa, ma non più rinviabile, quella che ha coinvolto me, in qualità di vicesindaco del Comune di Poggiardo e Vaste, l’assessore Marta Greco e il consigliere comunale Paola Iasella” spiega l’ormai ex vice del sindaco Colafati e capogruppo di Noi Insieme, Cosimo Damiano Longo, “decidere di dimetterci con il conseguente scioglimento del consiglio comunale, ha rappresentato un dovere e un atto di rispetto e di amore nei confronti della nostra comunità”.

“Precedentemente, avevamo scelto di costituire il nuovo gruppo consiliare Noi insieme, sempre di maggioranza, per le divergenti posizioni su alcune principali questioni di interesse della comunità che altri, invece, pensavano di decidere senza condivisione e senza discussione”aggiunge Longo, “abbiamo cercato un confronto politico leale, mai sopra le righe, ma siamo stati considerati opposizione e addirittura sbattuti su facebook con un linguaggio violento e riboccante di stereotipi”.

“La nostra scelta, da persone responsabili, giunge dopo l’approvazione di numerosi importanti provvedimenti, inclusa l’approvazione del bilancio” conclude l’ex consigliere comunale e provinciale, “così da lasciare in una situazione di tranquillità il nostro paese prima delle elezioni della prossima primavera. Io, da parte mia, rinuncio al ruolo di vicesindaco, nonché di consigliere provinciale e lo faccio convinto insieme a tutto il gruppo che l’interesse pubblico prevalga sempre sulle ambizioni personali”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento