Mercoledì, 28 Luglio 2021
Politica

Ecco la squadra di Venneri, nominati i sette assessori

Ufficializzati dopo oltre un mese e mezzo dalle elezioni i componenti dell'esecutivo di Palazzo Balsamo. A sorpresa spunta l'architetto Giovanni Pisanello. Giovanni De Matteis sarà il vicesindaco

La lunga e chiacchierata attesa è finita: il primo cittadino di Gallipoli, Giuseppe Venneri ha ufficializzato in queste ore i componenti del suo esecutivo. La Giunta di Palazzo Balsamo ormai non ha più segreti e la ridda dei nomi legati al toto-assessori lascia ora il passo agli atti concreti. Quelli che i sette componenti della squadra di governo sottoscriveranno da subito per far risalire la china ad una città che lo stesso sindaco Venneri ha definito allo "sbando dopo il lungo periodo di commissariamento che ha prodotto anche qualche guasto e qualche sbaglio di troppo". Dopo il prologo di "benvenuto" del deputato del Pdl, Vincenzo Barba, è stato il primo cittadino a presentare i suo nuovi assessori enunciando anche le rispettive deleghe di competenza. E così conservando per sé quelle relative all'Ambiente e alla Polizia Municipale, il sindaco Venneri ha invece nominato Giovanni De Matteis, nuovo assessore alle Politiche sociali, famiglia, pari opportunità, promozione della persona, Sanità e personale. Lo stesso assumerà anche il ruolo di vicesindaco.

Gabriella Casavecchia, come annunciato, farà parte della nuova Giunta con delega alle Politiche culturali e scolastiche e al Turismo. E ancora Giuseppe Barba sarà l'assessore ai Lavori pubblici, all'arredo urbano, Edilizia residenziale pubblica, Sviluppo e promozione economica della pesca. A Giorgio Cacciatori affidate le deleghe al Centro storico, ai rapporti con i cittadini e le Istituzioni, alle Politiche giovanili e allo Sport. L'assessore al Bilancio, tributi, demanio e patrimonio sarà ancora una volta Antonio Negro, mentre a Sarino Spada spettano le deleghe alle Attività produttive, al Commercio e all'Artigianato. La new entry di cui non si era fatto cenno in queste settimane di attesa è quella dell'architetto Giovanni Pisanello che sarà il nuovo assessore all'Urbanistica, allo Sportello Unico per l'Edilizia, alle Periferie e alle Marine. Tramontata a quanto pare la mediazione con la lista dei pescatori di Tommaso Scigliuzzo che avrebbe dovuto esprimere un suo assessore di riferimento. La prima verifica è già attesa nel primo Consiglio comunale di questo fine settimana.

"Credo che la squadra di governo che quest'oggi presento alla città rappresenti un'ottima sintesi di esperienza, buon senso, qualità professionali e di capacità di impegnarsi senza soste e con dedizione totale per la nostra cittadinanza", ha dichiarato il neo-eletto sindaco. "Dico questo potendo contare su elementi concreti di valutazione: con alcuni assessori, infatti, ho già avuto la fortuna ed il piacere di lavorare con risultati importanti per la crescita della nostra città e quindi già da adesso so quanto valgono e quanto impegno possono garantire per la nostra Gallipoli. Di altri conosco le capacità politiche e professionali e so che potranno garantire molto, alla mia giunta, in termini di esperienza e di buon senso per superare le problematiche che si presenteranno nella nostra azione di governo".

"Altri assessori - ha aggiunto -, alla loro prima esperienza da amministratori, hanno però dato ampia prova di capacità e di qualità, umane e professionali nei rispettivi settori e sono certo dunque che saranno una risorsa aggiuntiva per il nostro esecutivo. Nella distribuzione delle deleghe volevo sottolineare alcune significative novità rispetto alla mia prima esperienza di governo: scelte innovative che ho operato al fine di essere il più coerente possibile con il programma elettorale con cui ho chiesto ed ottenuto il consenso popolare per il governo della città. Mi riferisco alle deleghe alle Periferie ed alle Marine, assegnate all'assessore Pisanello ed a quella per l'Arredo Urbano, data all'assessore Barba. Un segnale, questo - ha proseguito -, che ho voluto dare per sottolineare l'attenzione di questo esecutivo nei riguardi sia della quotidianità e quindi delle problematiche più immediate e ricorrenti per il cittadino (dalla luce che non funziona al marciapiede rotto o sconnesso) e più in generale dei servizi al cittadino, indipendentemente dal tessuto urbano in cui ubicato, Baia Verde piuttosto che Peep 3".

"In quest'ottica di maggiore vicinanza a colui che resta il principale metro di paragone dell'azione amministrativa, vale a dire il cittadino, ho deciso di attribuire queste tre deleghe, perché sin da subito sia visibile e netta l'impronta che intendo dare nel mio secondo esecutivo. Da oggi dunque - ha concluso Venneri - possiamo contare su un esecutivo serio e competente, che si impegnerà con serietà e senza lesinare energie nell'interesse esclusivo della nostra città".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecco la squadra di Venneri, nominati i sette assessori

LeccePrima è in caricamento