Elezioni Comunali 2012: Provincia di Lecce

Casarano nel cuore: “Costruiamo una città delle persone e per le persone”

Il movimento a sostegno di Francesca Fersino, alle prossime amministrative di Casarano, attraverso il proprio referente, Fernando De Matteis, invia un messaggio ai cittadini e spiega la propria idea di amministrazione futura

CASARANO - “Dobbiamo fare della crisi un’occasione per rinnovare la nostra economia ed impostare stili di vita con valori di sobrietà, sostenibilità e lungimiranza”. Cita il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, il referente cittadino di “Casarano nel cuore”, il movimento che sostiene la candidatura a sindaco di Francesca Fersino, Fernando De Matteis, per scrivere un messaggio ai cittadini: “È difficile – sottolinea - , in questa situazione, fare previsioni e progettare il futuro. Quello che possiamo fare adesso è, come ha detto il presidente, fare della crisi un’occasione per rinnovare la nostra economia… questa è la sfida, in Italia, in Puglia ed anche a Casarano”.

“È in questo scenario – prosegue - che occorre collocare la nostra azione sul territorio, un’azione tesa a gestire questa fase di forte criticità ma capace di immaginare e costruire il futuro, consapevoli dei nostri punti di forza e dei possibili elementi di debolezza, in modo da essere pronti per la fase di ripresa. Con il nostro movimento, Casarano nel Cuore, ci candidiamo per realizzare la città che abbiamo in mente. Ed abbiamo in mente un modello di sviluppo che non sia solo quantitativo, che non consideri il solo P.i.l. come elemento di misurazione del benessere, ma ponga attenzione anche al sistema dei valori, dei legami sociali, la rete delle relazioni, la dimensione culturale ed il rispetto dell’ambiente”.

De Matteis sottolinea come il movimento abbia sposato “un progetto, un’idea. Anzi: un’idealità”: “Con la candidatura della signora Fersino – chiarisce -, abbiamo voluto dare fiducia ad una persona che ha dimostrato, con l’amore per la propria città, coerenza, serietà, impegno, capacità e concretezza nel realizzare i programmi e raggiungere gli obiettivi. La nostra missione è di creare e alimentare un terreno dove questa combinazione di valori possa continuare a svilupparsi e crescere, tenendo conto della complessità delle sfide e considerando le differenze non un ostacolo bensì una ricchezza, una opportunità in più”.

Tante le proposte del movimento, ma principalmente quella di “amministrare con trasparenza ed efficienza”: “Il Comune – chiarisce De Matteis - è la casa di tutti, è la casa di vetro di tutta la città. Un palazzo accessibile, con uffici aperti, gli amministratori dovranno essere i dipendenti del cittadino, e come tali essere controllati. Per affrontare l’attuale crisi economica è necessario esprimere la massima capacità possibile di fare sistema, rafforzando sempre più il legame tra impresa e territorio in modo che siano soggetti protagonisti dello sviluppo nel senso più ampio del termine e partecipino con una forte carica di responsabilità sociale alla vita della nostra città”.

Per incidere nell’azione di sostegno e riposizionamento dell’industria calzaturiera casaranese, il movimento ritiene che occorra avviare, di concerto con gli imprenditori del settore, le parti sociali, le istituzioni locali e l’università del Salento, “un progetto organico mirato alla  riqualificazione della produzione con attribuzione di marchi di qualità” e “promuovere il prodotto locale attraverso un’organica strategia di comunicazione”. Inoltre, occorre “diversificare il tessuto economico locale sostenendo e potenziando altri due settori fondamentali della produzione: artigianato e agricoltura ed il settore terziario ossia il commercio”.

Attenzione all’ambiente, tra le priorità, perché la sua cura rappresenta la conseguenza dell’attenzione “alla qualità complessiva del vivere”: “Viviamo – afferma De Matteis - in un territorio che è stato valorizzato dall’opera dell’uomo nel corso dei secoli: intendiamo operare con sapienza, per conservare e migliorare. La crisi dei modelli di sviluppo, produzione e dei consumi impone ripensamenti globali – prosegue - suggerisce nuovi comportamenti. Innovazione, compatibilità ambientale, ricerca di prodotto sono le traiettorie dell’economia futura”.

“Da parte sua l’ente locale – continua - ha il diritto-dovere di tutelare il proprio territorioFrancesca Fersino-5 ed attivare le proprie scelte energetiche concordandole con la popolazione. Pensiamo che avere a cuore l’ambiente vuol dire anche avere a cuore lo spazio pubblico nel suo complesso: le strade, le piazze, i marciapiedi, i giardini, i giochi per i bambini, le panchine, le fontane. Molte zone della città hanno bisogno di essere riqualificate, è questa la strada che vogliamo seguire nel prossimo futuro”.

Un altro obiettivo è l’incentivazione della raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani, con la riduzione della Tarsu per i “cittadini diligenti”, attraverso lo studio di metodi alternativi “per economizzare lo smaltimento dei rifiuti”: “Abbiamo disegnato – conclude -, come fanno i bambini, una città di persone per le persone e, pian piano, con attenzione e cura, vogliamo iniziare a costruirla”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casarano nel cuore: “Costruiamo una città delle persone e per le persone”

LeccePrima è in caricamento