Sabato, 25 Settembre 2021
Elezioni Comunali 2012: Provincia di Lecce Casarano

Casarano, un tavolo tecnico a “sinistra” convocato dal Partito Comunista

Vladimiro Guida lancia l’appello alle forze di sinistra per un’alleanza amministrativa che non disorienti l’elettorato: “Mio dovere politico e morale cercare una sintesi che rappresenti le fasce più deboli”. Appuntamento per il 14

CASARANO – “Grave e preoccupante”. Non usano mezze parole dal Partito Comunista per definire la situazione politica che ormai “imperversa” nella sinistra di Casarano. Secondo Vladimiro Guida, ormai la componente politica “non riesce a mettersi d'accordo sui contenuti, quali quelli semplici di una rappresentanza popolare legata nell'affrontare le reali esigenze dei cittadini e del territorio ma che invece insegue accordi al fine di riempire ed occupare le poltrone senza porsi il benché minimo scrupolo legato alla dignità”.

“Visto che in questo modo l'elettorato è tradito – prosegue - in quanto non riesce a comprendere il perché di tanta sinistra ed il motivo dei mancati accordi, con la possibilità che i cittadini ridotti ormai allo stremo delle loro possibilità economiche decidano di non andare a votare”. Guida, in qualità di segretario e coordinatore di “un vero Partito Comunista” si sente nel dovere “politico” e “morale” di cercare una “sintesi” che “seppur con partiti diversi”, si possano considerare “persone di sinistra e dove la nostra partecipazione possa fare da saldo timone nell'affrontare problemi reali di interesse collettivo mirando a rappresentare quelle fasce più deboli”.

“Chiedo quindi un tavolo tecnico – afferma - con le forze politiche di sinistra e comuniste come SeL, PdCI, Verdi, demasiani, associazioni, cittadini per cercare un'alleanza al fine di non confondere l'elettorato, dimostrare che la sinistra-comunista esiste e sa ragionare, non disperdere consensi evitando di consegnare Casarano ai due partiti di destra come Pd-L e Pdl”.

Guida precisa che questa richiesta di tavolo tecnico sia “perseguibile solo a livello locale in considerazione del bene della cittadinanza”, in quanto “il Partito Comunista è contro Monti, l'Euro, l'Europa, la Nato diversamente dagli altri partiti che si dichiarano comunisti e di sinistra”: “Pertanto – precisa - a livello locale preferisco non attribuire le colpe alla base di questi partiti, cercando il dialogo, pensando che la ragione possa saper prevalere”.

Se dovesse essere respinta tale richiesta, il responsabile del Partito Comunista annuncia la volontà di correre in solitaria alle amministrative “facendo propri i consensi di sinistra, comunisti e della società che è contro questo governo”. Il tavolo tecnico è convocato per mercoledì 14 marzo, dalle ore 19 presso la momentanea sezione del Partito Comunista. A breve, quindi, si capirà chi vorrà aderire all’invito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casarano, un tavolo tecnico a “sinistra” convocato dal Partito Comunista

LeccePrima è in caricamento