Lunedì, 26 Luglio 2021
Elezioni Comunali 2012: Provincia di Lecce

“Continuità” e “sviluppo”, le "carte" di Antonio Mariano per Scorrano

Il candidato sindaco per la lista "Insieme per crescere" chiede sostegno al progetto di progresso della città, con lo sguardo fisso al "bene comune". E sulla richiesta di confronto di Presicce: "Potevi partecipare alle primarie"

Mariano in mezzo alla gente dopo il comizio

SCORRANO – Una città che è cresciuta in dieci di amministrazione e che vuole continuare a farlo. Da piazza Vittorio Emanuele parte la campagna elettorale di Antonio Mariano, all’insegna della continuità per Scorrano, ma, allo stesso tempo, del rinnovamento che guarda con fiducia al futuro e allo sviluppo. Il gruppo “Insieme per crescere” raccoglie l’eredità dell’amministrazione, guidata da Mario Pendinelli per un decennio, e punta l’obiettivo su un progetto che vuole segnare il passo al progresso economico, culturale e sociale della città.

La lista presenta i propri elementi, che motivano la scelta di campo ed assicurano lealtà, sincerità, onestà nel proprio percorso a favore di questa causa. Perché l’obiettivo resta il “bene comune” e la salvaguardia dei “diritti di tutti”. A farla da padrone, inevitabilmente, è l’avvocato, diventato candidato sindaco attraverso una partecipata consultazione popolare dal basso: non usa le parole del “tecnico”, ma cerca di proporre la storia personale, per spiegare il suo approdo alla politica attiva e al ruolo di amministratore. E la gente dimostra di apprezzare questo lato umano.

Ringrazia il sindaco uscente per la fiducia e la vicinanza, dimostratagli fin da subito, cioè, dal proprio coinvolgimento nell’esperienza di governo, ma si definisce “testa pensante”, ribadendo la propria autonomia e la forza, scaturita dall’impegno in prima persona. La programmazione urbanistica, l’attenzione al sociale, il completamento di un percorso di crescita e sviluppo restano le priorità annunciate dal palco per il quinquennio a venire.

Arriva anche una replica alla richiesta dell’avversario Presicce di un confronto pubblico: “Ho sempre dato la disponibilità in tal senso, ma l’occasione per confrontarci c’era tutta ed erano le primarie, che, però, qualcuno ha voluto evitare”.

Tocca a Pendinelli, però, tessere le fila e chiudere la serata, sostenendo il valore di dieci anni, che hanno di fatto “cambiato il paese”. Il sindaco uscente non risparmia qualche stilettata al suo ex vicesindaco, oggi candidato nella lista concorrente, sulla sua “contraddizione” di atteggiamento. Il primo cittadino assicura di essere pronto a dare il proprio contributo, ma “sono convinto – ha spiegato – che questa squadra ha la capacità e la forza di fare ancora meglio di quanto si è realizzato in questi dieci anni”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Continuità” e “sviluppo”, le "carte" di Antonio Mariano per Scorrano

LeccePrima è in caricamento