Elezioni Comunali 2012: Provincia di Lecce

Elezioni 2012. Dalle urne escono fuori i nomi dei “nuovi” sindaci

Iniziano a delinearsi i primi risultati da alcune piccole realtà territoriali: la maggior parte degli uscenti, sembrerebbe in grado di ottenere la riconferma. Per ora, nessuna novità eclatante. Continua la fase di scrutinio

TRICASE - Conferme e piccole rivoluzioni. Sono questi gli esiti dei dati ufficiali sui nomi dei sindaci dei 21 comuni al voto in questo turno di amministrative. È ormai certo il ballottaggio per le principali realtà al voto, tra cui Gallipoli, dove sarà scontro tra Errico e Di Mattina, Casarano, dove Stefano se la vedrà con l'ex assessore della giunta De Masi, Attilio De Marco, sebbene le distanze siano notevoli.

Stessa sorte per Galatina e Tricase: nel primo caso, in vantaggio il centrosinistra con Cosimo Montagna, che affronterà nel ballottaggio Carlo Gervasi, che guida la coalizione delle civiche, in grado di escludere dal secondo turno Antonio Pepe; nel secondo caso, in vantaggio Antonio Coppola su Nunzio Dell'Abate, ma per il nuovo sindaco si dovrà andare al secondo turno. A Galatone, il secondo turno vedrà contrapposti Cosimo Casilli a Livio Nisi, con l'esclusione del sindaco uscente, Franco Miceli.

I primi verdetti arrivano, invece, da Aradeo, San Cassiano ed Otranto, dove i sindaci uscenti si riconfermano con percentuali differenti: nel primo caso, Daniele Perulli la spunta di misura, mentre i successi di Gabriele Petracca e Luciano Cariddi sono travolgenti.

Nel solco della continuità e nel segno di Mario Pendinelli anche il risultato di Scorrano, dove Antonio Mariano sconfigge Fernando Presicce. Continuità amministrativa anche a Matino, dove il dopo Primiceri è rappresentato dal successo del commercialista Tiziano Cataldi. A Guagnano, nonostante il commissariamento e la fine anticipata della sua amministrazione, torna a vestire i panni di sindaco, Fernando Leone. Stessa sorte ad Ortelle, dove Francesco Rausa, dopo la caduta della sua giunta, si riprende il Comune.

A Castrignano de' Greci, il dopo Amato, si chiama Antonio Zacheo. La prima sorpresa arriva da Castro, dove l'uscente Carrozzo viene sconfitto da Alfonso Capraro. A Leverano, si chiude l'era di Cosimo Durante e del centrosinistra di governo, con l'affermazione di misura di Giovanni Zecca, candidato di una civica, orientata nel centrodestra.

A Melendugno, dopo la morte prematura di Vittorio Potì, è il nipote Marco, il nuovo primo cittadino. A Salice salentino, vince Giuseppe Tondo con la lista "Bene comune". A San Pietro in Lama, netto successo di Salvatore Tondo.

A Racale, la sfida forse più appassionante per la particolarità delle proposte in campo: alla fine, la spunta il giovane candidato del centrosinistra, con la lista "Io amo Racale", Donato Metallo, che ha la meglio sull'ex presidente della Provincia di Lecce, Lorenzo Ria. A Ruffano, finale thriller con la vittoria dell’ex sindaco Carlo Russo, che la spunta di soli tre voti su Antonio Cavallo. A San Cesario, è ancora centrosinistra con la vittoria di Andrea Romano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni 2012. Dalle urne escono fuori i nomi dei “nuovi” sindaci

LeccePrima è in caricamento