Domenica, 25 Luglio 2021
Elezioni Comunali 2012: Provincia di Lecce

Grana Idv a Tricase: "Al ballottaggio col centrodestra". Ma D'Agata frena

Il circolo locale annuncia la volontà di sostenere al secondo turno delle amministrative Nunzio Dell'Abate, ma i vertici regionali e provinciali bocciano l'intesa: "No ad accordi contro natura. Il riferimento è la foto di Vasto"

TRICASE - Che siano tempi difficili questi per l'Italia dei Valori in terra salentina non è più un mistero. Dal commissariamento ad alcune scelte per le amministrative, per il partito di Di Pietro si è registrata qualche perdita di consenso ed una certa confusione sulla linea politica da seguire con buona pace del principio di "chiarezza" che era stato il suo "marchio di fabbrica".

Dopo la frattura a Leverano e la decisione di allearsi in una civica a forte connotazione Pdl ad Otranto, ora scoppia una nuova grana per i dipietristi a Tricase, visto che, dopo la corsa in solitaria al primo turno con il candidato Giuseppe Panico, arrivato quasi al 7 per cento, il coordinatore cittadino, Vito Sabato, attraverso un manifesto pubblico ha annunciato la volontà di sostenere al ballottaggio Nunzio Dell'Abate, l'uomo dell'Udc, contro il candidato del centrosinistra, Antonio Coppola.

Una scelta "bizzarra" se si pensa che l'Idv, nei mesi precedenti alle amministrative, aveva evitato i tavoli di confronto col centrosinistra, guidati dal Pd, quando questo partito cercava un accordo, poi saltato, proprio con l'Udc di Dell'Abate. Ora che il centrosinistra di Tricase si è riunito, l'Idv sceglie di allearsi con l'Udc. Ma le situazioni "bizzarre" sono di casa evidentemente nel comune del Capo di Leuca, dove negli ultimi tre anni se ne sono viste davvero di tutti i colori e, anche poche settimane prima della presentazione ufficiale delle liste, si è assistito alla saga delle contraddizioni, con alleanze sancite e poi saltate, partiti accordatisi ora col centrosinistra, ora col centrodestra, per poi finire da soli e con candidati prima promossi e poi fatti ritirare anzitempo.

Che l'Idv comunque abbia scelto il centrodestra è esplicitato da Sabato che, nel manifesto, spiega che "la serietà del nostro programma e del nostro impegno e soprattutto il nostro perdurante anelito verso il cambiamento è stato ben apprezzato e condiviso dalla coalizione che sostiene il candidato Nunzio Dell’Abate".

"Ne è nata - prosegue - una vicinanza di opinioni e di obiettivi, una significativa adesione alle nostre proposte che, in caso di vittoria, potranno continuare ad essere coltivate e, possibilmente, realizzate. È un modo indiretto, al di fuori di condizionamenti e spartizioni politiche, ma in linea con la nostra coerenza e il nostro libero pensiero, di continuare a dare valore alla nostra attiva partecipazione, vitalità al vostro voto e speranza verso il futuro che non sia il ritorno ad un passato già noto".

Ma come in ogni soap-opera che si rispetti arriva il classico "colpo di scena": è Francesco D'Agata, segretario provinciale, ad intervenire in merito alle dichiarazioni del coordinatore cittadino del circolo Idv di Tricase su un sostegno nella fase di ballottaggio al candidato di centro – destra. "Sentito il commissario regionale Augusto Di Stanislao, il consigliere regionale Aurelio Gianfreda ed il capogruppo in provincia Gianfranco Coppola, questi ultimi peraltro entrambi autorevoli figure istituzionali rappresentative del basso Salento - dichiara - tiene a precisare che si tratta di un’iniziativa strettamente personale di solo alcuni dei referenti locali, in quanto Italia dei Valori ad ogni livello dal cittadino al provinciale, regionale e nazionale è impegnata a costruire il centrosinistra partendo come faro guida della propria azione dalla cosiddetta 'foto di Vasto', come ha tenuto a precisare anche ieri il presidente Antonio Di Pietro".

"Pertanto - ribadisce D'Agata -, ogni iniziativa contraria al perseveramento dell’unità del centrosinistra e, quindi, oltre l’autonomia che da sempre Idv concede ai militanti locali, fa ritenere che questi ultimi siano già al di fuori del perimetro che giorno dopo giorno costruiamo sul territorio. Ad ogni modo siamo convinti che la gran parte degli iscritti, dei militanti e degli elettori di Idv a Tricase condividano il percorso all’interno del centrosinistra quale alleanza progressista e riformista e sapranno indicare chiaramente il prossimo 20 e 21 maggio la volontà di ripartire anche nell’importante comune del Capo di Leuca con un’amministrazione di centrosinistra". Insomma, l'Idv dice no al centrodestra. Almeno a Tricase. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grana Idv a Tricase: "Al ballottaggio col centrodestra". Ma D'Agata frena

LeccePrima è in caricamento