Sabato, 24 Luglio 2021
Elezioni Comunali 2012: Provincia di Lecce

Guida, giudizio senza appello: “A Casarano, la morte della finta sinistra”

Il segretario del Partito Comunista accusa duramente le forze che si professano di sinistra, dopo la debacle elettorale. E sulle voci di un eventuale apparentamento tra SeL e Pdl: "Speriamo siano tutte ipotesi infondate"

CASARANO - “A Casarano è andata in scena la morte della finta sinistra e dei finti comunisti, cosi come era già scontato”: non usa mezze parole, Vladimiro Guida, del Partito Comunista, per giudicare la prova del centrosinistra alle amministrative locali, dove peraltro ancora si dovrà giocare un turno di ballottaggio.

“Non si può pretendere – spiega - di definirsi di sinistra e peggio comunisti se non si è in grado di rappresentare le istanze popolari. Ormai questi sapientoni della politica che ragionano allo stesso modo della destra sono stati sconfitti pesantemente. Non si può cercare di imitare la destra, perché loro sono ormai dei professori dell'inciucio, delle raccomandazioni facili, della corruzione, dei costumi facili, del clientelismo, della delinquenza organizzata. Non si può concorrere con chi ha affondato l'Italia: infatti, Prodi era riuscito solo al 70%, mentre Berlusconi l'ha affondata totalmente”.

Per Guida, essere “veri comunisti” o “persone di sinistra” significa affrontare i problemi legati al lavoro, ai diritti, alla casa, ai giovani, alle famiglie, agli anziani, alle piccole imprese: “Invece – sottolinea - tutto ciò ormai è al collasso e giorno dopo giorno ci prepariamo a vivere la miseria più nera che nessuno di noi ci si poteva aspettare, ma loro i potenti lo sapevano e l'hanno creata. Non ci sono scusanti asserendo che la crisi è mondiale, sono 30 anni che occupano i palazzi del potere e sono tutti concordi affinché ciò avvenga, è un complotto preparato da molto tempo”.

Per il segretario, potrebbe essere giunto forse giunto il momento che “la finta sinistra e i finti comunisti” facciano il “mea culpa” ed inizino “tutti insieme a creare un percorso di rinnovamento spirituale verso quei valori che sono la distinzione tra la destra e la sinistra”: “È giunto o non è giunto il momento – si chiede - di sedersi tutti attorno ad un tavolo ragionando sui problemi seri che riguardano la realtà evitando di parlare di poltrone? Speriamo che le voci circolanti su un eventuale apparentamento di SeL e PdCI con Stefàno (Pdl) siano infondate, altrimenti sarebbe davvero la dimostrazione tangibile di questo modo schifoso di fare politica”.

“Noi Partito comunista ci stiamo a ragionare sul bene di Casarano – conclude - e voi finta sinistra e finti comunisti ci state? Oppure vi siete offesi con noi perché vi abbiamo detto la verità? Sarebbe ora di fare qualcosa di concreto, riflettendo seriamente sugli sbagli che fino ad oggi vi hanno contraddistinto. Dovreste vergognarvi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guida, giudizio senza appello: “A Casarano, la morte della finta sinistra”

LeccePrima è in caricamento