Martedì, 27 Luglio 2021
Elezioni Comunali 2012: Provincia di Lecce

Questione giovani, “snodo centrale per la nostra futura amministrazione”

Francesca Fersino, candidata sindaco a Casarano, lancia l’attenzione alle giovani generazioni come punto di riferimento del proprio programma elettorale: “Un assessorato alla gioventù e tante iniziative per costruite un futuro”

CASARANO - “Snodo centrale del progetto per Casarano è la questione dei giovani”: ne è convinta Francesca Fersino, candidata sindaco nella prossima competizione elettorale, che sottolinea come, per troppo tempo, la categoria, in città, sia vissuta ai “margini”, senza “coinvolgimenti nella politica quanto nel sociale”, senza “alcun incentivo” per “costruire un futuro” nella loro città d’appartenenza.

“È tempo di cancellare – afferma - la disattenzione e l’insofferenza delle parti sociali e dell’amministrazione in primis verso questa grande realtà, che va aiutata e costruita in maniera forte, trasparente, prospettica. Innanzitutto l’attenzione ai giovani sarà centrale nella giunta del sindaco, attraverso l’istituzione dell’assessorato alla gioventù, assegnato ad un giovane, che curi le politiche giovanili e tutte le tematiche inerenti a questa fascia di cittadini”.

Queste le iniziative che la Fersino ritiene necessarie per i giovani casaranesi: la creazione di uno sportello informativo esclusivo, l’istituzione della casa della creatività, un progetto diviso in tre insiemi ossia la “scuola popolare degli artisti”, la “sala per la musica” e la “sala spazio-aperto”: “Per quanto riguarda la scuola popolare degli artisti – spiega - il progetto consiste nella creazione di una nuova realtà nel campo della formazione per tutti i giovani che intendono sviluppare la propria creatività attraverso il canto, la danza, la recitazione, l’arte scenografia, la moda, l’estetica”.

“Finalità del progetto – prosegue - sarà anche la creazione di una compagnia di arte, spettacolo e cultura città di Casarano  formata dai giovani artisti frequentanti che dovranno creare annualmente uno spettacolo (dalle musiche, al copione, alla sceneggiatura, agli abiti, al trucco) da proporre alla fine dell’anno scolastico. Per la sala della musica, invece, si prevede la realizzazione di un locale attrezzato con strumenti musicali e amplificazione.

Le stanze insonorizzate permetteranno ai gruppi che ne faranno richiesta di avere un luogo dove provare e prepararsi anche in ottica di eventuali esibizioni. Il locale sarà anche dotato di una sala di incisione con adeguata piattaforma tecnologica. Questa struttura potrà essere concessa in gestione a cooperative giovanili che, garantendo la massima fruizione, si occupino della sua cura, manutenzione, sorveglianza, gestendo anche la prenotazione delle sale e l’utilizzo della strumentazione tecnica. Infine, per quanto concerne la “Sala spazio-aperto” si prevede la realizzazione di una sala di aggregazione “libera” per i giovani casaranesi.

Tra le altre iniziative, la creazione di una Carta giovani che “favorisca l’integrazione sociale e garantisca il pieno utilizzo dei servizi e delle strutture presenti in città attraverso tariffe agevolate e vari servizi correlati (cinema, pub, libri) tramite convenzioni che l’Istituzione promotrice stipulerà con soggetti pubblici e privati”: “Infine – puntualizza la Fersino -, basilare per la partecipazione ed il confronto fra le numerose componenti giovanili della città con l’amministrazione, centrale nel progetto è la costituzione del Forum  dei giovani, consistente in una consulta fra l’assessorato di competenza con i ragazzi rappresentanti delle relative categorie: rappresentanti delle scuole, delle associazioni, dei sindacati, eccetera”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Questione giovani, “snodo centrale per la nostra futura amministrazione”

LeccePrima è in caricamento