Mercoledì, 28 Luglio 2021
Elezioni Comunali 2012: Provincia di Lecce

Gallipoli ha scelto, Errico nuovo sindaco. Di Mattina non recupera

Il candidato del centrosinistra vola anche al ballottaggio e con 5.908 preferenze pari al 66,7 per cento conquista Palazzo Balsamo. Per lo sfidante del Pdl 2.937 voti pari al 33,2 per cento. Forte astensionismo

Francesco Errico e Totò Ruggeri

 

GALLIPOLI  -  Un lungo pomeriggio di passione, e i giochi sono ormai fatti. Rapidamente e senza storia. Trionfa Francesco Errico, candidato di garanzia del centrosinistra. E’ lui, il 47enne, medico odontoiatra, il nuovo sindaco di Gallipoli. Vince in volata anche al ballottaggio Errico, già in vantaggio al primo turno, ma non del tutto al sicuro nonostante oltre 1800 voti di scarto a suo favore. E nonostante ansie e paure, e tentativi falliti di un estremo recupero della coalizione del centrodestra guidata da Salvatore Di Mattina a cui non va in porto un paventato, quanto insperato, sorpasso. Si può festeggiare per le vie cittadine e nel comitato elettorale della coalizione del centrosinistra di via XX Settembre, mentre di contro c’è aria di mestizia e delusione nel quartiere generale del candidato del centrodestra, agli albori di Corso Roma. Il dado è tratto. E i gallipolini hanno scelto il loro nuovo primo cittadino e la formazione a cui affidare le redini amministrative della città per i prossimi anni dopo quasi un anno di commissariamento.         

Vince Francesco Errico, incamerando 5.908 preferenze pari al 66,79% dei consensi. Stacca il suo avversario Toti Di Mattina, mai in vantaggio durante lo score dello scrutinio delle schede. I dati rimbalzati come schegge nei due comitati elettorali, decretano già l’esito finale. Per il candidato del centrodestra e del Pdl di Vincenzo Barba, il secondo turno porta in dote solo 2.937 preferenze (in calo di un centinaio e passa di voti rispetto al primo turno), pari al 33,21 per cento dei consensi. Una partita senza storia. Che conferma l’indicazione, seppur parziale, già decretata al primo turno quando in lizza c’erano cinque candidati in corsa per palazzo di città.      

Vola Francesco Errico e il suo “patto per Gallipoli” che viaggia sull'asse Udc-Pd e civiche. Non recupera il deficit di voti iniziale il candidato del Pdl di Vincenzo Barba, Salvatore Di Mattina, distaccato stavolta di 2.971 voti. E vola come già al primo turno la coalizione di centrosinistra guidata dal nuovo sindaco, Francesco Errico che a risultato acquisito e ufficiale nelle 24 sezioni cittadine, decreterà la nuova maggioranza di governo del candidato di garanzia del "patto per Gallipoli", sorretto da cinque liste: Pd, Udc, Francesco Errico sindaco, Volta la Carta, Gallipoli è Tua-Fli-Dc. Crolla il centrodestra che nonostante l'asse Pdl (nonostante la flessione rimane il primo partito in città), Puglia Prima di Tutto e due civiche, Vieni Con Noi e Città Vecchia e Città Nuova, frena la scalata di Salvatore Toti Di Mattina relegato al’opposizione in compagnia di altri due candidati fuori dalla contesa del ballottaggio, ovvero l’ex magistrato Aldo Petrucci e Assunta Titti Cataldi.

Con la vittoria di Errico e sulla scorta dei risultati delle liste ottenuti al primo turno si compone  anche il mosaico del nuovo Consiglio comunale. Oltre al primo cittadino sui banchi della maggioranza siederanno dieci consiglieri: Salvatore Guglielmetti, Giancarlo Padovano e Luigi Caiffa (Udc); Giovanni Fiore, Cosimo Giungato e Maria Teresa Perrone (Francesco Errico sindaco); Antonella Greco e Vincenzo Mariello (Pd); Tony Piteo (Volta la carta); Cristian Carroccia (Gallipoli è tua). I sei seggi dell’opposizione saranno occupati da  Toti Di Mattina, Antonio Barba, Rosario Solidoro (Pdl), Giuseppe Coppola (Ppdt); Aldo Petrucci (Gallipoli 2012); Titti Cataldi (Tutto Cambia).     

Confermato intanto con il dato ufficiale, ad urne chiuse alle 15, ovvero, il crollo dell'affluenza che ha confermato un meno 19,14 per cento rispetto al primo turno e un meno 11,52 per cento rispetto al turno di ballottaggio dell’aprile del 2008. I votanti infatti sono stati 9.492 pari al 46,72 per cento. Più della metà dei gallipolini ha preferito disertare le urne. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gallipoli ha scelto, Errico nuovo sindaco. Di Mattina non recupera

LeccePrima è in caricamento