Elezioni comunali 2012 Leuca

Emiliano al fianco di Loredana Capone: "Pd partito della riscossa"

La candidata del Partito democratico alle primarie, nel pomeriggio, ha visitato un centro della Caritas insieme al sindaco di Bari che per le amministrative pensa ad una lista a lui collegata. Anche il Psi con la vice presidente

LECCE - Incassato in mattinata il sostegno ufficiale del Partito socialista, Loredana Capone ha fatto visita alle strutture della Caritas presso la chiesa dell'Idria con un ospite d'eccezione, Michele Emiliano. Il sindaco di Bari, candidato più che probabile alle prossime elezioni regionali, sta da tempo battendo in lungo e largo la regione per ampliare la base del suo consenso oltre il perimetro del capoluogo.

Le amministrative leccesi, dunque, diventano una sorta di laboratorio per quella che è la linea di una parte del Pd: cercare di fare breccia nell'elettorato centrista, se non addirittura stringere alleanze formali. Tanto che, sull'ipotesi di allargamento della coalizione oltre lo spazio dell'attuale centrosinistra, la Capone - alla conferenza del Psi - ha detto: "Vedremo dopo le primarie". Ed è probabile che tra le liste elettorali dalle quali usciranno i nuovi inquilini di Palazzo Carafa, ne compaia una direttamente collegata al primo cittadino barese che inizierebbe così a testare il polso del territorio.

"Lecce, come Bari, come Catania, come Palermo. Il Sud può venire fuori dai luoghi comuni, trasformarsi nella modernità, nell'Europa vista però dal Mediterraneo" ha dichiarato il sindaco di Bari che ha spiegato le ragioni del suo sostengo alla candidata del partito: "Loredana ha un patrimonio grandissimo di esperienza e di conoscenza, rafforzatosi in questi anni alla Regione, che mette a disposizione della sua città verso la quale si pone con un istinto di protezione e di promozione". E, in conclusione, una "leggera" picconata al Pd: "Deve essere il partito della riscossa, non solo della pazienza e dei sacrifici da chiedere".
 
La vice presidente della Regione, chiamata alla sfida del 22 gennaio contro Carlo Salvemini, è stata accompagnata nella sua visita alla casa di accoglienza notturna e al laboratorio medico della parrocchia anche dai consiglieri comunali Paola Povero, punto di riferimento leccese dell'area che fa capo ad Emiliano, da Gianni Colucci. A fare gli onori di casa il presidente della IV circoscrizione, Carmelo Isola (prossimo candidato in consiglio comunale con l'Udc) che ha fatto gli onori di casa insieme al responsabile della Caritas, don Attilio Mesagne. 
 
Sui  servizi sociali,  attacco al sindaco Paolo Perrone:"molti gli impegni disattesi".
 
Dopo aver elogiato il silenzioso e costante lavoro dei volontari della Caritas, Loredana Capone ha presentato al sindaco uscente, Paolo Perrone, una sorta di promemoria. "Eppure, il programma amministrativo del candidato sindaco Paolo Perrone alle elezioni del 2007 - insiste Loredana Capone - prevedeva una fitta lista di impegni in favore del sociale, a sostegno delle famiglie, dei minori, di chi viveva situazioni di disagio e difficoltà. Era prevista l’attivazione di un Centro per la famiglia, in collaborazione con il consultorio diocesano, i consultori pubblici e l’Asl, dotato di un numero verde per sostenere minori e genitori, l’istituzione di un centro di accoglienza temporanea per senzatetto, ex detenuti, ex tossicodipendenti, la creazione di un centro per neonati abbandonati presso il presidio ospedaliero di Lecce, la realizzazione in ogni quartiere di uno spazio verde per la famiglia, per favorire l’aggregazione e l’incontro". 
 
capone_emiliano 004-2"Se non fosse per l’intervento della Regione Puglia - afferma la Vicepresidente Capone - questa amministrazione non avrebbe potuto erogare alcuni servizi essenziali per la comunità, come l’inaugurazione del centro in favore dei diversamente abili “Dopo di noi”, finanziato dalla Regione Puglia o l’avvio dei lavori per la costruzione dell’asilo comunale che sorge in Via Merine, per il quale la Regione ha stanziato 700mila euro su un importo complessivo pari a più di 1 milione di euro. Tale asilo comunale, si aggiungerà agli altri quattro attualmente attivi, ma non ancora sufficienti a soddisfare le esigenze delle famiglie, che sono spesso costrette a ricorrere ai privati per ottenere servizi più flessibili, come per esempio il tempo pieno".
 
"La precarietà lavorativa e il progressivo impoverimento delle famiglie e dei cittadini hanno accentuato il disagio sociale, le difficoltà economiche, l’emergenza abitativa. La città di Lecce è la sola città capoluogo di provincia priva dell’assessorato ai Servizi Sociali: una disattenzione ancora più grave se si pensa all’incremento della povertà registrato negli ultimi due anni – ha concluso Loredana Capone. Compito delle istituzioni è costruire una rete di servizi in grado di dare sostegno ai cittadini, di innalzare la qualità della vita e ridurre l’emarginazione sociale. Chi è in difficoltà non deve sentirsi abbandonato a se stesso, non deve pensare di non potercela fare".
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emiliano al fianco di Loredana Capone: "Pd partito della riscossa"

LeccePrima è in caricamento