Mercoledì, 22 Settembre 2021
Elezioni comunali 2012 Rudiae / Via San Pietro in Lama

"Buche e strade sconnesse: scarsa manutenzione e si sperpera per risarcimenti"

Il j'accuse è di Loredana Capone, candidato sindaco del centrosinistra alle prossime comunali che questa mattina ha incontrato la stampa in un'insolita conferenza all'aperto. E intanto, aumentano le richieste di risarcimento danni

LECCE - “Buche, marciapiedi sconnessi, insidie voragini. Anni di abbandono e di mancata manutenzione ordinaria e straordinaria, in una città che sperpera il proprio patrimonio”. Il j’accuse è di Loredana Capone, candidato sindaco del centrosinistra alle prossime comunali, che questa mattina ha incontrato la stampa in un’insolita conferenza all’aperto. “Le piccole riparazioni non eseguite fanno diventare voragini le buche, e non solo”, sottolinea. “Spesso le strade sono un patchwork mal riuscito a causa del mancato ripristino del manto stradale da parte delle aziende che svolgono le attività connesse ai vari tipi di reti, come elettrificazione, metano, condotta. In tali casi è mancato totalmente il controllo sul lavoro eseguito e sul rispetto dei contratti, a totale danno dei cittadini e delle casse comunali”.

Secondo Loredana Capone, “la scarsa manutenzione delle strade non è solo un pericolo per l’incolumità di automobilisti e pedoni, ma costa molto cara anche al Comune di Lecce. E’ inconcepibile e per certi versi insensato e paradossale che, a fronte di interventi e lavori ordinari di manutenzione stradale, con il servizio totalmente affidato alla Lupiae, il cui costo annuo ammonta a poco più di 250mila euro, a fronte di pignoramenti ed esecuzioni forzate presso la Tesoreria Comunale, Bnl, i danni causati da sinistri per insidie e trabocchetti stradali, abbiano un costo annuo pari a oltre 1 milione di euro”.

 

Sempre secondo quanto denunciato dall’attuale vicepresidente regionale, “al 31 dicembre scorso, le richieste di danni da parte dei cittadini per i soli sinistri stradali e danni connessi ammontano a 8 milioni di euro. Non da ultimo il caso eclatante apparso sulla stampa il 15 febbraio scorso di due motociclisti leccesi che hanno chiesto al Comune ben 370mila euro di risarcimento dei danni ‘fisici e materiali’ causati dalla caduta da uno scooter ‘per insidia presente sul manto stradale’”.

 

Il problema si evidenzierebbe soprattutto “nei quartieri periferici, dove le strade sono un colabrodo di buche e avvallamenti frutto della sovrapposizione di lavori differenti nel tempo. Più e più volte è mancato da parte del Comune il controllo sul lavoro eseguito dalle ditte che hanno l’obbligo di ripristinare il manto stradale una volta chiuso il cantiere”. In tutto ciò, ultimamente si sono aggiunte le condizioni meteorologiche, non certo buone, “che hanno aggravato ancora di più la situazione creando nuove buche e smottamenti. Il Comune, e in particolare l’assessorato ai Lavori pubblici, ha invitato i cittadini a segnalare disagi e situazioni critiche a un numero verde: sappiamo che le telefonate sono state tantissime ma i tempi previsti per intervenire sono tutt’altro che certi”.

 

A questi problemi, secondo quanto evidenziato, si sommerebbe anche, in diversi casi, l’assenza di marciapiedi, di condotte per la raccolta delle acque piovane, di opere di urbanizzazione primaria, “per le quali, pure i cittadini hanno pagato gli oneri concessori”. Alcuni esempi: “Via San Pietro in Lama, via Frigole, e tutte le strade che collegano i centri abitati con le aree agricole che circondano Lecce”. “Nel nostro programma – ha concluso Loredana Capone -, un doppio binario: grande spazio alla manutenzione, come deve fare e fa ogni buona madre di famiglia, e piani di rigenerazione urbana fondati sul decoro urbano e tali da rammagliare le periferie al centro.  Valorizzeremo la burocrazia attenta al patrimonio pubblico, che previene e controlla applicando, quando è necessario, anche le giuste sanzioni”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Buche e strade sconnesse: scarsa manutenzione e si sperpera per risarcimenti"

LeccePrima è in caricamento