Mercoledì, 4 Agosto 2021
Elezioni comunali 2012 Via Giuseppe Palmieri

Ex Istituto Margherita, l'Udc: "No alla vendita dell'edificio ai privati"

La campagna elettorale per le amministrative di Lecce passa anche da qui. Con il sit-in organizzato questa mattina dal candidato sindaco per l’Udc Luigi Melica: "Che sia luogo di aggregazione per le famiglie e per la cultura"

Il candidato sindaco per l'Udc Luigi Melica

 

LECCE – “No alla vendita dell’Istituto Margherita”. La campagna elettorale per le amministrative di Lecce passa anche da qui. Con il sit-in organizzato questa mattina dal candidato sindaco per l’Udc Luigi Melica che, insieme al delegato cittadino dello Scudo crociato Wojtek Pankievicz, per dire no alla vendita dello storico edificio, rientrante nel piano delle alienazioni disposto dal Comune di Lecce che spera così di risanare le esigue casse comunali.

Si tratta, nello specifico, della vendita ai privati dei lotti numero 46, 47 e 48, che compongono l’Istituto Margherita,  sede per decenni di una scuola materna, elementare, media e magistrale, da cui sono passate generazione di leccesi, che sorge tra via Palmieri (basa d’asta per 2milioni 400mila euro), via Conservatorio San Leonardo (942mila 500) e vico degli Alami (935mila). Destinazione d’uso ricettive (alberghi o B&b) e residenziale. Le buste si aprono il prossimo 26 aprile.2-241-19

“Il comune sta vendendo i ‘gioielli di famiglia’ – dicono i rappresentanti della lista dell’Udc – tra cui un pezzo di storia della nostra città, uno spazio di 8mila metri quadrati che potrebbe diventare, se ristrutturato, un contenitore che offrirebbe servizi ai cittadini, diventando uno strumento di rivitalizzazione del centro cittadino. Oltretutto – aggiungono – il Piano di alienazioni del Comune, in cui è stato ricompreso l’istituto, lascia molte perplessità in quanto a procedure e congruità dei prezzi. Noi proponiamo che il ‘Margherita’ diventi polo della famiglia, della cultura e della solidarietà, dove offrire servizi alla famiglia, ai giovani e in cui poter organizzare eventi culturali”.

Spiega più nel dettaglio il candidato sindaco per l’Udc Luigi Medica: “In questo istituto c’è la storia di Lecce ed è un peccato devolvere tutto ad un privato, perché così facendo difficilmente si potranno avviare attività connesse all’istituto. Ma in realtà il vero motivo – prosegue - è che noi, così come aveva chiesto all’amministrazione il consigliere Pankiewic, vorremmo destinare questa struttura alle famiglie, offrendo servizi gratuiti a quelle bisognose e a pagamento a quelle che se lo possono permettere. Ma non solo".

"Essendo una struttura di cose ampie dimensioni vorremo finalmente realizzare quelle che il sindaco Perrone aveva chiamato le ‘stanze della cultura’, una delle innumerevoli promesse non mantenute, come del resto l’osservatorio sulla famiglia, progetto mai realizzato. E invece proprio le ‘stanze della cultura’ – conclude Medica - possono essere realizzate attraverso i finanziamenti europei già disponibili. Quindi recuperando risorse europee potremmo pagare esperti e potremmo togliere tutti quei fondi che la giunta Perrone ha impegnato per le consulenze, circa 500mila euro annuali, tanto c’è in bilancio comunale, denaro che potrebbe essere invece recuperato per destinare queste risorse all’avvio della ristrutturazione dello storico edificio”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex Istituto Margherita, l'Udc: "No alla vendita dell'edificio ai privati"

LeccePrima è in caricamento