La replica piccata di Pagliaro: “Loredana, tu regina delle poltrone”

L'editore sconfitto alle primarie del centrodestra non ha gradito le dichiarazioni della vicepresidente regionale sul proprio conto: "Scivolata su una buccia di banana". E replica: "Hai occupato quattro ruoli contemporaneamente"

Paolo Pagliaro (foto LeccePrima)

LECCE - Paolo Pagliaro non ha gradito i riferimenti alla sua persona, che la vicepresidente regionale, Loredana Capone, ha esplicitato nella conferenza stampa odierna e replica a tono alle dichiarazioni della candidata sindaco del centrosinistra, in merito al presunto ruolo di “sparring partner”. La Capone aveva affermato parlando dell’editore: “Vedremo se questo servizio gli porterà qualche risultato politico, qualche promessa, qualche poltrona”.

“Cara Loredana – afferma Pagliaro in una nota -, il tuo violento nervosismo nei miei confronti, comprensibile, è dato dal fatto che io, che ho perso le primarie, ho preso quasi i tuoi voti senza avere una ‘struttura’. Quanto alle poltrone, ne sei la regina, la regina direi addirittura del mobile imbottito di casa nostra. Altro che poltrone. Divani... visto che hai occupato contemporaneamente anche quattro ruoli durante la tua attività politica e hai spacciato una ovvia e tardiva dimissione da consigliere provinciale come un atto di generosità. Quando ho saputo che abitavi nel mio condominio ho subito chiesto: chi si candida contro Loredana?”.

Quanto all’assunto che la vicepresidente regionale, in questi trenta giorni, abbia sostituito il sindaco nell'analisi dei problemi della città, “liberando energie per decine di milioni di euro per le piccole imprese e per il turismo, risolvendo il problema delle morosità dell'acqua”, mentre “Perrone e Pagliaro tappezzavano Lecce di manifesti 6x3 pensando solo alle elezioni”, l’editore controbatte: “Ti prego Loredana, comunque vada cessa di fare il vicepresidente della Regione. E non solo per il reale cumulo di impegni a 150 km di distanza, ma per i guai che la vostra gestione crea a Lecce e al Salento”.

“A proposito di poltrone – prosegue -, mi sembra davvero ingenerosa la tua uscita, non solo per la cattiveria nei miei confronti, ma anche perché forse, hai la memoria corta siccome quella poltrona ti è stata accomodata, per la prima volta dopo aver perso le primarie a Lecce prima, e le provinciali poi. Certo avesti un grande risultato alle regionali, ma davvero non pensi che sia stato anche il frutto del ‘potere’ avuto per il tempo in cui subentrasti al mio (da voi) bistrattato amico Sandro Frisullo”.

“Ti abbraccio con la stima di sempre – conclude Pagliaro -, convinto che fra una sede e un'altra delle tue attività politiche, tu sia scivolata su una buccia di banana”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trascina la figlia per l'orecchio, i clienti del bar si ribellano e finisce a botte

  • Coronavirus in Puglia: nove positivi, cinque nel Salento fra cui anziano di una Rsa

  • Infezione da Covid-19: sono 56 i casi positivi nel Salento, 6 a Lecce

  • "La moneta da 1 euro non c'è più nel carrello". E lui chiama la polizia

  • Nessuno stupro a Gallipoli: falso allarme, i due appartati prima del collasso

  • Cade dagli scogli in un punto impervio, ferito recuperato con l'elicottero

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento