Mercoledì, 28 Luglio 2021
Elezioni comunali 2012 Via del Mare

“Lecce avanti nel Welfare”, Perrone lancia la sfida al disagio sociale

Il sindaco uscente e candidato alla riconferma, focalizza la sua attenzione su solidarietà, partecipazione, sussidiarietà, le priorità del programma elettorale. Prevista tra le altre cose anche una mensa permanente

 

LECCE - Parlare di Welfare, in piena crisi economica e occupazionale, è la leva che oggi meglio si presta ai partiti, da destra a sinistra, che proprio nelle classi meno abbienti cercano, e trovano, il bacino di voti più vasto. Così, se l’Udc questa mattina ha riconfermato la sua contrarietà alla vendita ai privati dell’Istituto Margherita, di proprietà comunale, che invece vorrebbe restasse pubblico e da desrtinare ad attività di aggregazione delle famiglie e come contenitore culturale, sull’altro versante il sindaco uscente Paolo Perrone, dal suo comitato elettorale di via Del Mare, promette ampia considerzione nel programma dell’amministrazione che verrà, in caso di riconferma, attraverso “Lecce sempre più avanti nel Welfare”.

Si tratta di una grade sfida, perchè dietro la facciata barocca Lecce, dati Caritas, in città si contano circa 7mila poveri e molto probabilmente altrettanti che vivono al limite della povertà, i cosiddetti invisibili. Ancora un dato, sempre fornito dalla Caritas diocesana: circa 2mila pacchi di alimenti vegono consegnati quotidianamente alle famiglie che non ce la fanno ad arrivare alla fine del mese. E se a questo si aggiunge la disoccupazione giovanile dilagante, il sostegno sociale non è più un optional.

E allora il primo cittadino uscente Perrone, che si ricandida a sindaco con il Pdl, è ancora sua la delega all’assessorato alle Politiche sociali, focalizza la sua attenzione su solidarietà, partecipazione, sussidiarietà, le priorità del suo programma elettorale. Più nel dettaglio, si parla di Centro per la famiglia, Città del bambino, Bimboteca a Palazzo Vernazza, potenziamento e ampliamento dei centri sociali già operativi, abbattimento delle barriere architettoniche, trasporto sociale a chiamata, sportello Infohandicap, mensa permanente, Centro di prima accoglienza diurno e notturno per i senzatetto, programma di Riqualificazione urbana per alloggi a canone sostenibile.

“Il nostro impegno è di porre i servizi sociali al centro dell’azione amministrativa comunale – ha detto questa mattina a proposito di  Welfare, creando un sistema globale fondato sui principi di solidarietà, partecipazione e sussidiarietà, che esca dalla logica di assistenza a singole categorie, superi l’approccio di emergenza e sia frutto di una politica sociale che si integri nelle strategie sociali degli ambiti sovra comunali. La priorità del nostro impegno – ha aggiunto - è valorizzare e promuovere le formazioni sociali intermedie, in particolar modo quella più importante, la famiglia, risorsa vitale della società, luogo di trasmissione e di esperienza di valori sociali essenziali quali l’accoglienza, la gratuità, la reciprocità, la solidarietà”.

Forte impegno verrà rivolto al contrasto della povertà. “Quest’ultimo – ha spiegato Perrone - è un’azione fondamentale dettata dall’amplificazione del fenomeno della povertà su vasto strato di popolazione, in seguito alla situazione di crisi internazionale e nazionale che investe il nostro paese e di conseguenza la nostra città. Il fenomeno della povertà sarà aggredito attraverso la collaborazione delle Associazioni di Volontariato e con l’ampliamento degli Empori Solidali in collaborazione con la Comunità Emmanuel e la Caritas Diocesana, volti ad offrire ristoro alle famiglie bisognose di sostegno alimentare, permettendo loro l’approvvigionamento e l’appagamento dei bisogni primari. Sempre in collaborazione con la Caritas Diocesana e le Associazioni di Volontariato si attiverà una Mensa permanente per rispondere al bisogno dei concittadini che necessitano di questa attenzione”.

“Risulta, altresì doveroso attivare un Centro di prima Accoglienza diurno e notturno per i senza tetto e senza fissa dimora. Il disagio abitativo, affiancandosi all’estensione della precarietà lavorativa e alla crescente mobilità geografica, sta diventando un fattore che partecipa al più complessivo processo di impoverimento individuale, familiare e collettivo. Tra gli obiettivi del presente programma – ha spiegato ancora Perrone - c’è anche quello relativo alla creazione di un Centro per la mediazione dei conflitti. Il Centro aiuterà gratuitamente le persone che vivono situazioni di conflittualità”.

APERTA NUOVA SCUOLA MATERNA - Intanto, sempre il sindaco Perrone, ha presentato questa mattina il nuovo asilo nido realizzato in via Nino Della Notte, in una traversa di via Merine. L’asilo potrà ospitare 64 bambini incrementando così del 20 per cento la capacità ricettiva dell’Amministrazione comunale. Attualmente, infatti, sono disponibili, nei quattro nidi già in funzione, circa 270 posti.

foto (34)-2-2Oltre la metà degli iscritti potrà usufruire dell’orario prolungato, restando in aula sino alle ore 16,15.  Un ruolo importante nella programmazione dell’attività didattica sarà attribuito alla stanza della psicomotricità, nucleo centrale del nuovo edificio facilmente fruibile da tutte e tre le sezioni.

Il bando per le iscrizioni agli asili comunali verrà pubblicato entro il mese di aprile. L’edificio si sviluppa in un unico piano fuori terra per una superficie lorda di circa 850 metri quadrati di copertura. E’ suddiviso in tre sezioni ben distinte in base all’età dei bambini. Ogni sezione è composta dalla sala per attività didattiche, dalla sala riposo e da specifici servizi igienici.

Nelle tre sezioni è possibile ospitare 64 bambini, suddivisi in dieci lattanti, 24 semidivezzi, 30 divezzi. Particolare cura è stata dedicata nella progettazione per perseguire finalità di risparmio energetico, preferendo l’impiego di materiali idonei ad ottenere un contenitore edilizio energeticamente sostenibile. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Lecce avanti nel Welfare”, Perrone lancia la sfida al disagio sociale

LeccePrima è in caricamento