rotate-mobile
Elezioni comunali 2012 Centro / Via Xxv Luglio

Disabili e trasporti, il candidato Melica: "Dirotteremo il filobus"

Durante l'incontro di questa mattina, alla presenza di Wojtek Pankiewicz e di Luigi Pranzo, referente del Codacons, il candidato sindaco ha dichiarato guerra ad urbanistica e trasporti. "Scelgano i leccesi se chiudere il centro"

LECCE - I disabili potrebbero essere riportati al "centro" del dibattito politico, in una città non sempre "friendly" nei riguardi dei portatori di handicap fisici. La gestione urbanistica pscicorigida di Lecce, potrebbe essere smantellata assieme a tutto il mosaico di barriere architettoniche. Non è stato scelto a caso il luogo del rendez-vous, via XXV Luglio, in cui questa mattina, si sono dati appuntamento il candidato sindaco  del Terzo polo, Luigi Melica, e il consigliere comunale Wojtek Pankiewicz dell'Udc. "La bonifica delle barriere  passa anche  da un altro punto. L'urgenza è decidere se chiudere il centro storico o meno, consultando preventivamente la cittadinanza. Un aspetto che la giunta di Adriana Poli Bortone e quella di Paolo Perrone hanno trascurato e che ora è necessario chiarire", ha dichiarato Luigi Melica.

Se dal suo punto di vista la senatrice e il primo cittadino si sarebbero mostrati evasivi, glissando sull'argomento, ad essere brutalmente diretto ci ha pensato  il candidato del Terzo polo: "Se i leccesi decidessero di rendere completamente pedonale il centro storico, bisognerebbe subito renderli partecipi dei costi. Non si parla certamente di venti milioni di euro, ma di spese sopportabili". E il filobus? Appurato che non lo si possa mettere in soffitta, lo si potrebbe quanto meno indirizzare altrove. Questa la Melica - soluzione. Un restyling del servizio di mobilità che, a detta del docente universitario, sarebbe a costo zero. Il come è presto detto: consultando gli addetti ai lavori. "Non si tratterebbe, tuttavia, di incarichi ad amici e parenti, ma solo ad esperti del settore urbanistico", ha tenuto a precisare. Per il resto, bus di scambio da e verso il parcheggio "Carlo Pranzo", con la possibilità, per i commercianti, di pubblicizzare la propria attività a bordo, con un ritorno economico per le casse del Comune.

 A puntare il dito, rimarcando l'emergenza disabili, ci ha pensato il consigliere Wojtek Pankiewicz: "In caso di vittoria, la nostra priorità consisterà nel condurre una battaglia per i diritti dei portatori di handicap". I pochi interventi effettuati sui marciapiedi, per rendere autonomo il percorso degli ipovedenti, come quello nei pressi del Castello Carlo V, sonoo stati finanziati dalle raccolte di beneficenza dell'associazione Lions. Spostandosi dal centro, la gimcana si infittisce di ostacoli, rendendo impossibile il tragitto. All'incontro-denucnia di questa mattina, era presente anche Luigi Pranzo ipovedente, referente del Codacons, che di irregolarità ne ha denunciate non poche' . "Bisogna spostarsi dal centro storico. Nelle periferie, la vita di un disabile diviene ancora più infernale. I progettisti di questa città non hanno tenuto conto degli obblighi previsti dalle norme sull'accessibilità, come il decreto 236/1989 o la Legge 41/1996. Da anni mi batto, inutilmente,  per gli stessi motivi".

Oggi, però, ha lanciato un appello. Chiedere  5 euro a ciascun candidato della città, da devolvere in un'iniziativa, dal retrogusto di una provocazione. Vorrebbe organizzare una sorta di corteo, lungo le vie cittadine, assieme ad alcuni esponenti politici italiani, rappresentanti  dell mondo dei diversamente abili. Vorrebbe a Lecce il sindaco di Mondovì e quello uscente di Novara. Ma anche l'assessore alle Politiche sociali di Brindisi e numerosi altri amministratori. Con 700 candidati, tra i quali anche alcuni disabili nelle varie liste, si raccoglierebbe la somma di mille e 400 euro, da spendere per l'organizzazione di questa  marcia per la civiltà. Un unico, grande tour, della durata di un giorno, perché "coloro che  occuperanno le poltrone di Palazzo Carafa,  possano rendersi conto delle condizioni in cui versa Lecce".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disabili e trasporti, il candidato Melica: "Dirotteremo il filobus"

LeccePrima è in caricamento