Domenica, 13 Giugno 2021
Elezioni comunali 2012

Pagliaro: "Cara Loredana, con noi ha chiuso ogni possibilità di dialogo"

Pronta la replica del movimento Regione Salento alla Capone, per tramite del suo presidente, Paolo Pagliaro: "Le sue sono soltanto sterili provocazioni. E le nostre di Apl saranno consultazioni vere, partecipate e democratiche"

 

LECCE – Pronta anche la replica di Paolo Pagliaro, del movimento Regione Salento. “Sono solo all'inizio di questo mio impegno politico in campagna elettorale – dice - e mi ero proposto di non attaccare, o rispondere, a sterili provocazioni. Mi dispiace che Loredana voglia intraprendere questo tipo di percorso”.

“Ricordo – aggiunge - che il centrosinistra non è stato sensibile alle richieste di dialogo cercate da noi che siamo la società civile, anche a mezzo stampa, ma ha addirittura chiuso le porte ad un progetto riformista ed innovatore di cui si avverte il bisogno”.

Le dichiarazioni di Loredana allontanano ulteriormente le ipotesi di un futuro dialogo. Noi il dialogo e la condivisione, con l'elettorato di centrosinistra, lo abbiamo quotidianamente anche per un baricentrismo imperante che molti esponenti politici, dello stesso centrosinistra, vedono già solo consultando le innumerevoli delibere regionali nelle quali è evidentissimo il forte squilibrio tra Bari e il resto della Regione Puglia. Credo che sia l'unica a non rendersene conto”, aggiunge Pagliaro.

Riguardo alla nostra assemblea del 21 e alla nostra consultazione, rassicuriamo Loredana che sarà vera, partecipata e democratica. Non entriamo in merito alle scelte oligarchiche del Pd, ma ascoltiamo troppi militanti per nulla contenti e mai consultati, sul fatto che gli spazi siano sempre occupati solo da un solo nome buono per tutte le campagne elettorali senza mai tener conto delle tante energie presenti nella società civile”.

Infine: “Capiamo possa essere tesa e nervosa per l'ascesa del consenso nei confronti di Salvemini, ma non cerchi inesistenti nemici. E' sorprendente che sia rimasta l'unica ad etichettarci come secessionisti in maniera strumentale e subdola. Noi siamo per l'Unita d'Italia. Tutto il mondo ha capito che il nostro movimento è tutt'altro che secessionista, è annessionista e lo hanno capito anche i bambini che questa è una battaglia in favore, e in difesa, della nostra terra, del Salento e della nostra Lecce”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pagliaro: "Cara Loredana, con noi ha chiuso ogni possibilità di dialogo"

LeccePrima è in caricamento