Sabato, 19 Giugno 2021
Elezioni comunali 2012

Rifondazione rilancia: "Si voti in uno spazio pubblico"

Via libera alla proposta della Sansonetti di spostare la sede delle primarie. E sul sostegno a Carlo Salvemini: "E' il solo ad aver pagato per le sue scelte, senza paracadute nè incarichi professionali"

 

LECCE - Il segretario cittadino di Rifondazione comunista, Alessandro Persano, appoggia la proposta fatta da Sabrina Sansonetti, dell'Idv, di spostare la sede di svolgimento delle primarie del centrosinistra dall'Hotel Tiziano, dove fino ad ora si sono sempre tenute. Ma c'è di più: Persano indica il Circolo cittadino e il Circolo tennis come simbolo della riappropriazione degli spazi pubblici in città.
 
"Rifondazione comunista propone che le primarie del 22 gennaio siano anche un primo passo verso la riappropriazione di spazi pubblici, quindi invece di piazzare seggi in costosi hotel o piazzarli in questo o quello spazio parrocchiale per accattivarsi qualche fetta di elettorato, non sarebbe forse il caso di organizzarle in uno spazio comunale, pubblico e gratuito? Ci farebbe anche una bella figura in sindaco uscente concedendo l'uso di qualche spazio comunale per le primarie del 22: noi ci permettiamo di consigliare gli spazi del Circolo cittadino o del Circolo tennis, tutti spazi pubblici. Sarebbe veramente un segnale di civiltà da parte dell'amministrazione uscente".
 
Dal segretario cittadino di Rifondazione, parole nette anche per quanto riguarda il regolamento delle primarie che dovrebbe essere discusso e approvato nella riunione prevista domani tra i partiti della coalizione. "Abbiamo assistito in queste settimane al balletto sul regolamento: dalle norme per proteggere le primarie dalle invasioni di militanti del Pdl di questo ed altri mondi, dalla possibilità di sbattere sul web i nomi degli elettori del centrosinistra conseguendo in un solo colpo il duplice obiettivo di garantire ad eventuali infiltrati la ricevuta e svergognare eventuali elettori del centrosinistra alle dipendenze di padroni di destra. Diciamo basta a tutto questo. Domani va approvato il regolamento, non possiamo permetterci di perdere altro tempo. Le primarie si tutelano incentivando la partecipazione del popolo del centrosinistra, lavorando sulla passione e la partecipazione non sui cavilli. D'altronde Napoli ci ha insegnato che i pericoli per le primarie del centrosinistra non vengono dall'esterno
 
Infine, Persano ironizza sulle polemiche innesvate dalla definizione data nei giorni scorsi dal segretario cittadino del Pd, Fabrizio Marra, a proposito di Carlo Salvemini, definito un antipartitico, Avessi raccolto un voto per tutte le volte che abbiamo sentito dire che Carlo Salvemini è il candidato dell'antipolitica a quest'ora avremmo il 51 per cento. Abbiamo tre candidature tutte valide Salvemini, Sansonetti e Capone, dei tre Carlo è quello che si è speso direttamente per la città, pagando sulla sua pelle le sue scelte e le sue prese di posizione. Non ha preteso paracadute romani né incarichi professionali. Si è limitato a fare politica, a costruire momenti di partecipazione con la cittadinanza. Se questa è antipolitica...".
 
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifondazione rilancia: "Si voti in uno spazio pubblico"

LeccePrima è in caricamento