Martedì, 27 Luglio 2021
Elezioni comunali 2012

Io Sud difende il filobus: "E' utile, va completato. Via le strisce blu"

Conferenza della senatrice Poli Bortone sulle priorità amministrative della prossima giunta. Frecciatine a Vendola e alla Capone: "Conservo gli sms del Pd con la richiesta di candidarmi". Filippo: "Determinanti per Perrone"

Adriana Poli Bortone

LECCE - Lavoro, periferie, cultura, trasporti e ambiente. Sono cinque le priorità programmatiche, secondo la lista di "Io Sud", che la prossima amministrazione dovrà affrontare non appena insediata. Le ha specificate Adriana Poli Bortone, nel corso di una conferenza stampa durante la quale ha anche lanciato qualche frecciatina a Loredana Capone e a Nichi Vendola che, nel corso del suo ultimo comizio leccese, l'aveva più volte evocata come "la signora in nero".  Alla vice del governatore, invece, la senatrice ha rammentato le pressioni, le telefonate e anche gli sms che le sarebbero giunti e che lei conserverebbe, con i quali esponenti del Partito democratico sollecitavano l'ex sindaco - fino all'ultimo minuto utile - a proporsi come sfidante di Paolo Perrone. 

Sul primo tema "Io Sud" intende rilanciare gli antichi mestieri attraverso una formazione mirata e incentivazioni fiscali per l'apertura di botteghe artigiane e l'istituzione di borse di apprendistato d'intesa con la Regione Puglia. Collegandosi al contesto nazionale, e alle proposte del Pdl, Adriana Poli Bortone ha dichiarato di appoggiare la proposta di una compensazione tra debiti e crediti nei confronti della pubblica amministrazione, in questo caso il Comune. 

Per le periferie, l'idea è di dotarle di presidi sanitari e sportelli unici comunali e di operare una ricognizione di tutti gli immobili al fine di individuare un contenitore centrale come centro unico direzionale per gli uffici comunali, per esempio il palazzo delle Poste in Piazza Libertini. Sulla cultura e sul turismo, la riprogrammazione dei fondi comunitari potrebbe portare alla valorizzazione del parco di Rudiae, ma "Io Sud" intende anche riproporre il progetto realtivo ai "Giardini di Lecce", con la costruzione del porto turistico e la tipizzazione dei borghi costieri. Una fondazione di partecipazione mista sarebbe poi il soggetto più adatto per la gestione complessiva degli interventi e degli eventi in materia culturale.

Sulla questione dei trasporti, Adriana Poli Bortone non arretra. Difende il filobus e ne chiede anche l'estensione secondo le previsioni del progetto ordinario, con il prolungamento, ad esempio, fino a San Cataldo. "Il filobus serve a questa città. L'idea era e dovrebbe essere quella di servire gratuitamente il centro storico con i minibus elettrici o ad altra alimentazione ecocompatibile, secondo percorsi concordati con commercianti e residenti, ed eliminare i parcheggi a pagamento nel perimetro urbano, ampliando quelli di interscambio e mettendo in condizione i cittadini di preferire il trasporto pubblico all'utilizzo delle auto". Al proposito la senatrice ha fatto riferimento al prezzo della benzina e alla convenienza che si avrebbe, dal punto di vista del singolo, servendosi di bus e filobus. 

Infine, la gestione dei rifiuti che in questi anni ha fatto capo all'assessore Gianni Garrisi, prima fedelissimo di Poli Bortone e poi transitato nel Pdl durante la resa dei conti del 2009 nella quale la senatrice ed altri due assessori furono estromessi dalla giunta. "Proponiamo l'istituzione di una commissione di indagine e di incentivare la differenziata attraverso contratti di filiera per diminuire il costo della Tarsu". 

A margine dell'intervento di Adriana Poli Bortone, il coordinatore provinciale, Gerardo Filippo, si è detto certo della vittoria di Paolo Perrone già al primo turno e che per questa affermazione sarà determinante il contributo di "Io Sud" - che da martedì diventerà "Grande Sud" secondo il progetto nazionale concordato con Gianfranco Miccichè. Il dirigente del partito ha voluto, con parole diplomatiche, sottolineare come dovrebbe essere l'allargamento della coalizione di centrodestra a forze che non fanno parte della maggioranza uscente a blindare la continuità amministrativa. Una risposta a Paolo Perrone che, proprio qualche giorno addietro, si era detto convinto di una sua vittoria anche senza la riconciliazione con Adriana Poli Bortone.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Io Sud difende il filobus: "E' utile, va completato. Via le strisce blu"

LeccePrima è in caricamento