Giovedì, 24 Giugno 2021
Elezioni comunali 2012

“Prima un tavolo programmatico condiviso. Poi le primarie”

Liber@città, attraverso il vice coordinatore Piero Romano, apre alle primarie proposte dal Mrs per il centrodestra di Casarano. Ma non si può prescindere, a suo dire, dalla preventiva stesura di un programma per la città

CASARANO – “Lidea di primarie lanciata nei giorni scorsi dal Movimento Regione Salento di Casarano, se corretto strumento di partecipazione democratica e modalità condivisa per unificare le forze politiche del centro destra, può essere presa in considerazione dall’associazione Liber@città”. Piero Romano, vice coordinatore del gruppo che fa riferimento a Francesco Fersino, candidata sindaco alle prossime elezioni comunali con una coalizione che pesca tra i partiti del terzo Polo, non chiude le porte alle consultazioni dal basso.

Nella proposta del movimento della Regione Salento, s’intravede, infatti, la possibilità di allargare il fronte e di riunire un centrodestra cittadino, spaccatosi proprio all’in domani della scelta alle scorse amministrative di non candidare la bancaria, all’epoca coordinatrice del Pdl, ma di pescare nel centrosinistra l’ex Pd, Claudio Casciaro. Tuttavia, non è un’apertura incondizionata e priva di precisazioni.

Romano, infatti, chiarisce che non si possa avviare “un ragionamento sulle primarie” senza prima sedersi ad un tavolo “per concordare un programma politico teso ad affrontare e risolvere i problemi gravissimi della nostra città”. Lo strumento della consultazione dal basso avrebbe, infatti, a suo dire, “il compito di individuare successivamente la personalità che maggiormente è in grado di portare a compimento tale programma”.

L’associazione Liber@città ricorda come nei mesi scorsi aveva invitato tutte le forze politiche “a dialogare, senza preclusioni, sui temi principali che coinvolgono i cittadini casaranesi”: “Purtroppo – afferma Romano - l’invito non è stato raccolto”. “Quindi, se oggi, le forze di area di centro destra intendono convergere su un programma condiviso che dia sollievo alla grave situazione non solo politica ma anche sociale ed amministrativa – conclude -, l’associazione Liber@città sarà disponibile a dare il proprio assenso e la propria collaborazione per il loro svolgimento”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Prima un tavolo programmatico condiviso. Poi le primarie”

LeccePrima è in caricamento