Elezioni Politiche 2013

Elezioni 2013. Il Salento nel segno del centrodestra, boom di Grillo

La coalizione di Berlusconi si afferma con un buon margine. Al Senato, il Movimento Cinque Stelle elegge quattro candidati, tre sono salentini. Dario Stefàno eletto per Sel. Esclusi Loredana Capone, Pd, e Totò Ruggeri, lista Monti

LECCE - I seggi sono chiusi, le operazioni elettorali sono ultimate. Ora si aprono le schede e si contano i voti "reali", per capire che Paese e quale possibile governo verranno fuori dalle urne. LeccePrima segue in tempo reale tutti gli aggiornamenti dello spoglio. Per seguire la diretta, basta cliccare sui seguenti link.

I dati nazionali per il Senato e la Camera attestano l'affermazione netta del Movimento Cinque Stelle che arriva a raccogliere un consenso del 25 per cento; la coalizione di centrodestra sarebbe avanti nel computo totale delle Regioni, ottenendo più seggi al Senato ed aprendo di fatto la via alla ingovernabilità. Centrosinistra vince alla Camera, ma con circa centomila voti in più del principale schieramento avversario che valgono comunque il premio di maggioranza.

Rispetto agli instant poll, ma anche a tutti i sondaggi diffusi fino a che è stato possibile, il centrodestra ha dunque ribaltato il pronostico garantendosi alcune regioni chiave, tutto il Meridione meno la Basilicata e la Sardegna oltre al Veneto e alla Lombardia, mentre è evidente il risultato straordinario del movimento che fa capo a Beppe Grillo.

Nella Provincia di Lecce è definitivo sia il dato del Senato che quello della Camera, con la vittoria del centrodestra: al Senato la coalizione di Berlusconi prende il 33,70% (135.047 voti)  rispetto al 29,92% del centrosinistra (119.873). Boom del MoVimento di Grillo che raggiunge il 23,21% (92.998 voti), con la lista Monti al 9,46% (37.921 voti) ed Ingroia all'1,65% (6633 voti). Tutti gli altri partiti sotto l'1 per cento.

Alla Camera il centrodestra prende il 32,66% (144.125 voti) contro il 27,64% (122.067 voti) della coalizione di Bersani, al 24,8% Grillo (109.532 voti), sopra il 10,5% Monti (46.393 voti), Ingroia al 2,08% (9.218 voti).

I RISULTATI DEFINITIVI DELLA CAMERA A LECCE E PROVINCIA

I RISULTATI DEFINITIVI DEL SENATO A LECCE E PROVINCIA

A Lecce città, il primo partito alla Camera è il Movimento 5S, che si attesta oltre il 25%. Vince di misura alla Camera il centrodestra con 16.164 voti (pari al 31,50%), contro i 14.509 voti del centrosinistra (pari al 28,28%), M5S con 13.201 voti (25,73%), Monti con 5.025 (9.79%), 1084 voti per Ingroia (2,11%). Al Senato, bis del centrodestra con 15.526 voti (pari al 32,71%), centrosinistra fermo a 14.530 (pari al 30,61%), M5S con 11.361 preferenze (pari al 23,93%), Monti con 4305 voti (pari al 9.07%), Ingroia all'1,50%, con 716 voti.   

LO SPECIALE DI TODAY.IT : TUTTI I DATI

Gli eletti al Senato: Dario Stefàno ce la fa, Loredana Capone e Totò Ruggeri no.

Quanto alla ripartizione dei seggi al Senato, che avviene su base regionale, il premio di maggioranza va al centrodestra che ha vinto con sei punti di margine: il Pdl prende undici senatori, ma se Berlusconi dovesse optare per l’elezione in un’altra circoscrizione, fatto praticamente certo, scatterà il seggio per il salentino Francesco Bruni, vice coordinatore provinciale del Pdl. Il Pd conquista tre seggi: Loredana Capone, quarta, resta fuori. Dario Stefàno centra l’unico seggio per Sel. La Lista Monti prende un solo senatore e così non ce la fa Salvatore Ruggeri. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni 2013. Il Salento nel segno del centrodestra, boom di Grillo

LeccePrima è in caricamento