Giovedì, 5 Agosto 2021
Elezioni Politiche 2013

Dai call center alle fabbriche, Bellanova riparte dal tema del lavoro

Deputata uscente, in corsa per la riconferma, in tre giorni farà tappa in alcuni dei luoghi simbolo della questione occupazionale, tra precariato, riconversioni fallite, ritardi della burocrazia. Conferenza con Salvatore Capone

Capone e Bellanova in una foto d'archivio.

LECCE – Per una, l’unica, che ci ha messo la faccia nel bel mezzo della questione della cassa integrazione in esaurimento, “sfidando” i lavoratori in attesa della conclusione dell’ennesimo tavolo in prefettura, fare campagna elettorale nei luoghi del lavoro – perso o precario – non dovrebbe essere complicato. Per un candidato che si sente ancora e orgogliosamente di sinistra è anzi anche “doveroso”. Teresa Bellanova ha presentato oggi le prime tappe della maratona che in un mese la porterà in molti centri del Salento, comprese fabbriche e piazze.

“Ripartiamo dal lavoro” – questo lo slogan della campagna elettorale della Bellanova - inizia lunedì 21 gennaio con gli operatori di due call center: Comdata a Lecce e Call&Call a Casarano, ma naturalmente all'esterno delle strutture trattandosi di un'inizitiva estranea alle aziende. Giovedì 24 la parlamantare sarà davanti ai cancelli dell’ex Manifattura Tabacchi, ora Ip Korus, a Lecce e poi con gli addetti alla pulizia delle scuole del gruppo Intini a Cursi e infine venerdì 25 con le maestranze della Leadri sulla strada Maglie – Otranto, poi  a Corigliano d’Otranto con i dipendenti del pastificio Tandoi (che Savino Tesoro ha manifestato l’intenzione di rilevare), per chiudere allo stabilimento della Lasim nella zona industriale di Lecce.

Alla conferenza stampa ha partecipato anche il segretario provinciale, anche lui candidato alla Camera, Salvatore Capone. "Intervenire sul tema del lavoro - ha dichiarato il segretario - significa agire su uno dei problemi che oggi più che mai stanno a cuore, purtroppo, di tanti, troppi salentini. Su tutti i giovani. Significa ripartire dalle persone per valorizzarle, restituire la dignità che meritano. Le persone, la gente comune, padri e madri di famiglia e ragazzi che hanno il diritto di costruirsi un futuro: il nostro impegno è per loro e con loro. Ecco perché, con l'onorevole Bellanova e tutto il Pd, in questa campagna elettorale breve ma intensa e motivata, ritorneremo nelle fabbriche, nelle piazze, nelle case per incontrarle e soprattutto per ascoltarle come meritano".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dai call center alle fabbriche, Bellanova riparte dal tema del lavoro

LeccePrima è in caricamento