Venerdì, 30 Luglio 2021
Elezioni Politiche 2013

Udc contro l'esodo dal consiglio regionale: "Manca senso di responsabilità"

Dura critica di Salvatore Negro ai candidati della giunta Vendola che starebbero minando con le proprie aspirazioni politiche la stabilità del governo: "Evidente tradimento elettorale della Puglia. Il nostro impegno continua"

LECCE - Le aspirazioni politiche ed elettorali di Nichi Vendola e di pezzi importanti della sua giunta stanno minando la stabilità del governo regionale, votato tre anni fa dai pugliesi. È questo il senso delle dichiarazioni del capogruppo Udc a Viale Capruzzi, Salvatore Negro, che punta il dito contro l'atteggiamento della maggioranza consiliare. Da tempo, l'Udc denuncia l'abbandono politico della Puglia da parte di Vendola e di molti suoi fedelissimi per perseguire ambizioni nazionali.

“Il senso di responsabilità - dichiara - che fortunatamente anima la maggior parte dei consiglieri regionali sta assicurando il regolare lavoro nelle commissioni consiliari. Il nostro impegno e quello della maggior parte dei colleghi va avanti, nonostante le numerose candidature di chi ha deciso di abbandonare la Puglia e tradire il mandato elettorale solo per ragioni di carrierismo politico”.

“Le responsabilità di questo esodo di massa dal governo della Puglia, in particolare tra le file degli assessori, ricadono soprattutto sul presidente Vendola - prosegue -, che con la sua candidatura, avviata oltre due anni fa, sta mettendo a serio rischio la stabilità ed il futuro della nostra regione in un momento difficile per l’economia di tutto il territorio".

Negro evidenzia come le foto di qualche assessore che campeggiano in tutta la Puglia, "rappresentano, probabilmente, un goffo tentativo di coprire l’imbarazzo e sminuire l’evidente tradimento elettorale di chi due anni fa ha ricevuto piena fiducia da parte dei pugliesi": "La pretesa - precisa - di voler portare la Puglia a Roma ci lascia più che perplessi perché buoni risultati in questi anni ne abbiamo visti veramente pochi, soprattutto nelle politiche che hanno riguardato la sanità, il lavoro, l’ambiente e l’agricoltura che insieme al turismo rappresentano le voci trainanti della nostra economia".

"L’eredità che raccoglierà - insiste - chi verrà dopo questo governo è un territorio sfregiato dai pannelli fotovoltaici e dalle pale eoliche, una sanità che ha visto peggiorare i servizi, la disoccupazione crescere soprattutto tra le file dei giovani e delle categorie più deboli. Ciò nonostante con grande senso di responsabilità la maggior parte dei consiglieri continua oggi ad assicurare il suo impegno per arginare i danni del governo Vendola, certi che saranno gli stessi elettori a valutare chi in questi anni ha avuto realmente a cuore la Puglia e a trarne le dovute conseguenze”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Udc contro l'esodo dal consiglio regionale: "Manca senso di responsabilità"

LeccePrima è in caricamento